«Posso dirlo? A me non importa». Lo ha detto l’ ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, a proposito dell’eventualità che non arrivi il via libera da parte delll’Ue all’operazione Chantiers de l’ Atlantique (ex Stx), rispondendo alle domande dei giornalisti a margine della presentazione della Scarlet Lady, la prima delle quattro navi da crociera commissionate al gruppo da Virgin voyages.

«Abbiamo avviato un percorso ha spiegato – e siamo i primi al mondo: noi abbiamo lavoro per i prossimi anni, i francesi anche, campiamo uguale come abbiamo vissuto lo stesso e siamo cresciuti per bene. Quest’ anno consegniamo otto navi da crociera, un record che nessuno può pensare di raggiungere, pochi giorni fa abbiamo consegnato una Lcs, poi vareremo la prima nave per il Qatar e consegneremo un’ altra Fremm. Siamo un’ azienda globale».

Quanto a un possibile allargamento della joint venture Naviris, costituita con la francese Naval Group, anche alla Germania e ad altri partner europei, l’ad di Fincantieri ha precisato: «L’ industria della difesa è ancora uno dei settori in cui l’ Europa può giocare una partita mondiale, non so su quali altri potrà farlo per il futuro. Il fatto è – ha poi aggiunto – che abbiamo un po’ abbandonato l’ industria parlando di finanza, questo è un problema che i nostri governanti si dovrebbero porre».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.