Giornata complicata per le borse europee. Non fa eccezione Milano, che chiude con il Ftse Mib a -1,56%. Sulla stessa linea il Ftse Italia All-Share, che perde l’1,52% a 27.255 punti. Tra i ribassi principali Diasorin (-2,97%) e Unicredit (-2,93%). Acquisti su Tenaris (+3,7%)

Dopo i rialzi dei giorni scorsi, dovuti anche alle azioni di sostegno di Pechino e delle Banca centrale cinese per contrastare gli effetti del coronavirus, non hanno allontanato i fattori di preoccupazione.

Tra le principali Borse europee sotto pressione Francoforte, con un forte ribasso dello 0,91%, si muove sotto la parità Londra, evidenziando un decremento dello 0,27%, e soffre Parigi, che evidenzia una perdita dello 0,80%.

In rialzo il petrolio che continua la risalita dopo avere toccato la settimana scorsa i minimi in 13 mesi: il Wti ad aprile sale dell’1,78% a 54,45 dollari e il Brent di pari scadenza cresce dell’1,29% a 59,86 dollari.

Nei cambi l’euro dollaro Usa mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,079, mentre contro lo yen vale 120,824 (120,52 in apertura e 119,93 ieri).

Aumenta di poco lo spread, che si porta a +137 punti base, con un lieve rialzo di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,93%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.