Parviz Shahbazov, ministro dell’Energia dell’Azerbaijan e e Giuseppe Marino,  amministratore delegato di Ansaldo Energia, hanno firmato due accordi nel campo dell’energia convenzionale e delle energie rinnovabili.

Il documento è stato siglato nell’ambito dell’incontro bilaterale Italia-Azerbaijan che si è svolto oggi a Palazzo Chigi, alla presenza del presidente del consiglio dei ministri, Giuseppe Conte e del presidente della Repubblica dell’Azerbaijan, Ilham Aliyev.

Ansaldo Energia è una società partecipata per il 59,9% da Cdp Equity, del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, e per il 40% da Shanghai Electric.

«La transizione energetica – commenta Marino – è un obiettivo strategico per la Repubblica dell’Azerbaijan, che sta incoraggiando gli investimenti nel settore delle energie rinnovabili. Con la firma di questi accordi Ansaldo Energia si propone come integratore di sistema per consentire una corretta gestione delle fonti energetiche rinnovabili all’interno del mix energetico».

Il primo memorandum, che coinvolge la società elettrica azera Jsc Azerenerji, prevede da parte di Ansaldo Energia la presentazione di una proposta economica per un contratto di service di durata decennale per due esistenti centrali elettriche a ciclo combinato del Paese e, da entrambe le parti, una stretta collaborazione per raggiungere un accordo per la costruzione del nuovo impianto di Yashma, centrale elettrica a ciclo combinato da 1000 MW, con Ansaldo Energia in qualità di Epc (Engineering, procurement and construction, fornitura “chiavi in mano” dell’impianto).

Il secondo memorandum, firmato con il ministero dell’Energia azero, prevede l’analisi delle potenzialità energetiche e la creazione delle condizioni per investimenti in progetti di energia rinnovabili e sostenibili nella Repubblica dell’Azerbaijan.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.