Gli spinaci con pinoli e uvetta o uva passa sono diffusi in Liguria ma anche altrove, in Italia, soprattutto in Lombardia e in Lazio. Tuttavia la nostra regione, in particolare il genovesato, ha una sua versione della ricetta, versione che ci sembra sia sempre meno familiare alle generazioni più giovani. E allora, secondo lo spirito di questa rubrica, la riproponiamo.

Ingredienti:

spinaci  800 gr, olio extravergine 1 dl, pinoli 100 gr, uvetta 100 gr,  4 acciughe salate, noce moscata.

Procedimento

Lavate gli spinaci e tagliate via i gambi e le coste più grosse. Mettete la verdura a cuocere in un tegame antiaderente senza acqua o con un dito d’acqua se il fondo non è antiaderente. Pochi minuti bastano, gli spinaci devono diventare morbidi ma non un ammasso di cellulosa. Intanto avrete lasciato l’uva passa a rinvenire in acqua tiepida per un’oretta. Mettete in un tegame contemporaneamente l’olio, le acciughe salate pulite, private della lisca e tagliate a pezzetti, l’uva passa, i pinoli e gli spinaci, interi se a foglia piccola, fatti a pezzi se le foglie sono grandi. Aggiungete un pizzico di noce moscata e fate cuocere otto-dieci minuti. La presenza delle acciughe salate dovrebbe rendere superflua l’aggiunta di sale, comunque controllate.

Una variante, forse di origine lombarda, abbastanza diffusa anche a Genova, prevede l’impiego di burro e, aggiunto a fine cottura,  parmigiano, al posto dell’olio e delle acciughe.

Servite in ogni caso il piatto caldissimo. Con quale vino? Gli spinaci preparati così si accompagnano bene a braciole di maiale, salsicce, patate bollite, uova fritte, pesci in umido. Piatti molto diversi che  ovviamente richiedono vini diversi. Da soli i nostri spinaci alla genovese si abbinano bene al Bianco di Coronata.

Placet experiri!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.