“La rete dei servizi pubblici per il florovivaismo ligure: proposte e programmi per il rilancio”. Questo il titolo del convegno organizzato dalla Confederazione italiana agricoltori per giovedì 16 gennaio al Museo del Fiore di Sanremo, presso i giardini municipali Ormond.

Al centro del dibattito il ruolo futuro di enti e istituti come l’Istituto regionale per la floricoltura (Irf), il Centro regionale servizi per la floricoltura (Csf) o ancora il Cersaa di Albenga quale azienda speciale della Camera di Commercio, con riferimento al rapporto funzionale e produttivo con le imprese floricole del territorio in relazione ai processi di cambiamento in atto.

Inizio dei lavori alle 15.30, con i saluti del sindaco di Sanremo Alberto Biancheri.

Alle 15.45 Mariangela Cattaneo, vicepresidente provinciale Cia Imperia e Mewes Jochen, responsabile Gie floricolo Cia Liguria, si confronteranno sulle carenze attuali e la necessità di un rilancio del ruolo degli enti.

Alle 16.15 Riccardo Giordano, Gie floricolo Cia Imperia, presenterà proposte e programmi per una riforma necessaria; alle 17 la parola passerà ai presenti; alle 17.30 chiuderanno l’evento l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai e il presidente di Cia Imperia Stefano Roggerone.

«Dopo una approfondita riflessione e valutazione – afferma  Jochen – vogliamo esprimere l’esigenza di una riforma degli enti e istituti pubblici del settore che sia in grado di rafforzare e ottimizzare il supporto alle aziende, la sperimentazione, la ricerca e l’innovazione in maniera coordinata: questa è la necessità delle piccole imprese floricole liguri e savonesi. Il riassetto del sistema pubblico per il florovivaismo ligure è un passaggio fondamentale se vogliamo vincere le sfide future che attendono il comparto floricolo».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.