Sette emendamenti al decreto Milleproroghe sono stati presentati da Regione Liguria recependo le istanze del Comune e della Camera di Commercio e verranno inviati oggi al Governo in vista del termine ultimo per la presentazione delle richieste  lunedì 20 gennaio. Gli emendamenti riguardano la prosecuzione dei benefici a favore dei lavoratori, delle imprese che sono state danneggiate dal crollo di ponte Morandi e il trasporto pubblico locale per mantenere i servizi aggiuntivi. Il loro valore complessivo è sui 42 milioni di euro.

In particolare gli emendamenti riguardano: sostegno agli investimenti realizzati dalle imprese nella Zona Franca Urbana;

assunzioni a tempo indeterminato da parte delle municipalizzate del Comune di Genova dei lavoratori anche autonomi che hanno perso il lavoro a causa del crollo;

estensione a favore delle imprese, già ammesse ai contributi, di ulteriori periodi utili per fruire dei benefici per il decremento di fatturato; contributo per maggiori costi sostenuti dalle imprese a causa del crollo di ponte Morandi;

benefici a favore dei titolari di società a responsabilità limitata che rimangono esclusi dall’indennizzo una tantum da 15.000 euro;

proroga da 19 a 24 mesi della Cassa Integrazione Guadagni a favore dei lavoratori del settore privato;

finanziamento del tpl per l’anno 2020 per un totale di 23 milioni di euro per mantenere i servizi aggiuntivi del 2019 (gomma/ferro/metropolitana).

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.