«Piaggio Aero annuncia un parziale rientro dalla cassa integrazione ma non siamo ancora fuori dal tunnel». È quanto dichiara in una nota Fiom Cgil.

«Oggi l’azienda – si legge ancora nella nota –ha convocato il sindacato presso Confindustria Savona presentandoci il piano di rientro dalla cigs. Nei prossimi tre mesi si prevede un dimezzamento delle ore e dei lavoratori oggi in cassa. Si rimane in attesa che parta la produzione delle nuove fusoliere presso la Laerh che permetterebbe di mettere in moto le restanti attività e personale in Piaggio. Questo non avviene perché la Corte dei Conti ad oggi non ha ancora autorizzato il finanziamento per le commesse annunciate e firmate a dicembre dal Governo, un problema che può creare difficoltà. Nel piano di rientro l’azienda rimane ambigua su 30 lavoratori (15 a Savona e 15 Genova) che sono in cigs a zero ore da diversi anni. Questo non è più accettabile, devono ruotare e rientrare dalla cassa come gli altri, non è solo giusto ma al Ministero è stato garantito che questo sarebbe successo. Ed inoltre il tribunale di Genova, che ha emesso sentenza per alcuni di loro, dichiara che la rotazione deve essere garantita. L’attività sembra ripartire ma ancora con difficoltà e l’annunciata gara per trovare una nuova proprietà ed uscire dal commissariamento appare in ritardo. La strada per far tornare Piaggio Aero una azienda normale è ancora piena di curve.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.