Le linee tra Italia e Francia hanno una rilevante importanza nel panorama europeo dei trasporti e devono essere valorizzate e rinforzate, con l’accordo dei governi, delle regioni e dell’Unione Europea. È una delle novità emerse dall’incontro di questa mattina a Monaco e Nizza tra i commissari europei Iveta Radicova (Corridoio Mediterraneo), Peter Balazs (Corridoio Mare del Nord) e i rappresentanti delle tre regioni interessate, Liguria e Piemonte, la francese Région Sud.

«Abbiamo appreso con soddisfazione dal Commissario europeo – dichiara Gianni Berrino, assessore regionale ai Trasporti – che il governo francese si esprimerà il 15 febbraio sull’importanza della linea Cuneo-Breil-Ventimiglia-Nizza. Oggi scriveremo al nostro ministro delle Infrastrutture, Paola De Micheli, perché faccia lo stesso e recepisca la rilevanza internazionale della linea, in modo da creare le condizioni per incrementare in tempi brevi, con risorse europee, il servizio».

Durante l’incontro sono state messe a fuoco anche opportunità e problematiche relative al corridoio Marsiglia Genova.

«È di importanza vitale – spiega Berrino – per togliere dalle autostrade decine di migliaia di tir. Abbiamo spiegato cosa sta facendo l’Italia attraverso Rete ferroviaria italiana per raggiungere questo obiettivo. Il commissario ha espresso apprezzamento per quanto emerso, ma ha ricordato la necessità di fare passi concreti entro il 2021 sulla progettazione del Corridoio, ribadendo l’importanza strategica che l’opera riveste anche per la Commissione Europea. Ha sottolineato inoltre la complementarità con Tav e Terzo Valico».

Per quanto riguarda infine l’interconnessione tra Italia e Francia per offrire un servizio migliore ai 7 mila transfrontalieri che ogni giorno si muovono tra Imperia, Monaco e Nizza, i rappresentanti delle regioni hanno concordato sull’opportunità di istituire un tavolo dedicato.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.