La Borsa di Milano chiude in ribasso la quarta seduta settimanale, affossata come il resto dei mercati europei dagli ultimi dati sulla diffusione del Coronavirus.

Il Ftse Mib finale ha segnato un ribasso dell’1,59% a quota 23.781 punti, non lontano dai minimi della seduta. All Share a -1,58% a quota 25.873,17 punti. In Europa Londra cede l’1,36% a 7.381,96 punti, a Parigi il Cac arretra dell’1,40% a 5.871,77 punti, a Francoforte il Dax perde l’ 1,41 a 13.157,12 punti.

A piazza Affari vendite diffuse per i titoli del listino principale, a partire da industriali e finanziari: Fca a -1,68%, Ferrari -1,41%, Leonardo -2,10%, Pirelli -3,51%. Male anche
Telecom Italia (-2,23%) e le banche: Intesa Sanpaolo -1,23%, Generali -1,95%, Unicredit -2,03%. Per quanto riguarda gli energetici, invece, Eni ha perso il 2,72%, mentre Enel si è mossa in controtendenza e ha chiuso in rialzo dello 0,99% risultando l’unica blue chips in positivo della giornata.

Il petrolio: -2,3% il greggio Wti a 52 dollari. Le valute: l’euro scambia a 1,103 dollari, mentre contro lo yen si attesta a 119,95. Lo spread Btp/Bund chiude la seduta a 13 punti base.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.