Chiusura contrastata per le Borse europee. Londra segna -0,30%, Parigi -0,36%, Francoforte + 0,15%. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All Share a 26.184,78 punti (-0,44%) e Ftse Mib a 24.002,45 punti (-0,57%).

In modesta contrazione lo spread Btp/Bund, attestato sui 161 punti base (attuale161 punti, variazione -1,41%, rendimento Btp 10 anni +1,35%, rendimento Bund 10 anni -0,25%) da 163 pb della chisura precedente.

Piazza Affari è stata frenata dagli stacchi cedola di Enel (0,16 euro di acconto) e Snam (0,095 euro): la prima ha lasciato sul campo l’1,24%, la seconda il 2,16%. Il maggior rialzo sul Mib è di Pirelli (+1,7%), in seguito a voci su una possibile fusione con Nokian Tyres, però smentite dal gruppo italiano. Il maggior ribasso è di Moncler (-3,16%), rallentata, come tutto il comparto del lusso in Europa, dai nuovi scontrii a Hong Kong.

Sul Forex l’euro si conferma sotto quota 1,11 e vale 1,1081 dollari (1,1092 in avvio e 1,1093 venerdi’), mentre contro yen vale 122,08(122,17 in apertura e 122,209 venerdi’). Il dollaro/yen è a 110,161. Sterlina in calo sul dollaro sotto 1,30 a 1,2998, in attesa di capire se la Boe tagliera’ i tassi, ipotesi circolata nelle scorse settimane.

In rialzo il petrolio per lo stop alla produzione libica. Il Wti a marzo sfiora i 59 dollari al barile, il Brent di pari scadenza vale 65,2 dollari al barile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.