Pubblicato il bando da 5,5 milioni di euro per la demolizione della Diga di Begato. Ad aprile il via ai cantieri.

«Un punto fermo in questo grande progetto di riqualificazione urbana senza precedenti – dichiara Marco Scajola, assessore all’Urbanistica – che va ad abbattere edifici simbolo di un certo modo di intendere l’edilizia popolare. Dopo la demolizione, che durerà 18 mesi, si procederà alla riqualificazione del quartiere grazie al recupero di 37 alloggi che si trovano in una parte della diga di via Cechov e alla la realizzazione di 50 alloggi mediante il sistema Casarte, che prevede delle smart home, sul modello nordeuropeo».

Al 31 dicembre scorso hanno traslocato 160 nuclei familiari mentre altri 180 sono in attesa di trasferimento imminente che avverrà poco prima dell’inizio dei lavori secondo il piano comunale che sta mettendo a disposizione alloggi già pronti in altri quartieri della città.

«Il progetto – precisa Scajola – prevede che demolizione avvenga mediante macchine operatrici escludendo interventi con micro cariche. Prosegue intanto la stretta collaborazione tra Comune di Genova e Arte sul fronte degli abusivi che entro la fine di febbraio saranno sgomberati».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.