Entra nel vivo la fase di raccolta e valutazione delle adesioni alla selezione a evidenza pubblica lanciata il 7 gennaio scorso da Asef, l’azienda partecipata del Comune di Genova che si occupa di onoranze e trasporti funebri e cerca addetti alla rete vendita. C’è tempo fino alle 12 del 31 gennaio per fare pervenire all’ufficio personale di Asef la propria domanda.

È possibile iscriversi al concorso esclusivamente scaricando il modulo di adesione presente sul sito internet della società (www.asef.it) nella sezione bandi, sottosezione concorsi.

La selezione è tesa all’identificazione di due addetti alla rete commerciale, ovvero persone a cui affidare le agenzie che Asef ha dislocate sul territorio cittadino. Tra le loro mansioni si annoverano il contatto con le famiglie dei defunti, il confezionamento dei servizi funebri, il coordinamento con i fornitori, il disbrigo delle pratiche inerenti trasporto e servizio funebre nonché l’assistenza dei famigliari in ambito cimiteriale. Il lavoro è organizzato in turni che garantiscano l’apertura delle agenzie sette giorni su sette. Inoltre è prevista la reperibilità. Le posizioni offerte sono a tempo pieno e prevedono un periodo di prova, con la possibilità di stabilizzazione a tempo indeterminato.

Al termine della selezione Asef stilerà una graduatoria da cui sarà possibile attingere per tre anni per assunzioni nello stesso ramo aziendale.

«Attraverso il concorso per addetti alla rete – ricorda Franco Rossetti, amministratore unico di Asef – intendiamo potenziare il settore aziendale specializzato nel contatto con famigliari dei defunti e la confezione dei servizi funebri. Siamo intenzionati a selezionare persone che dimostrino una forte spinta professionale a cui sappiano coniugare la particolare sensibilità che richiede il settore. Offriamo posti di lavoro in una società florida. Cerchiamo persone fortemente motivate che vogliano avviare un percorso duraturo nel nostro settore commerciale».

Tutti i dettagli e le caratteristiche richieste ai candidati sono reperibili nel testo del bando.

Se le domande saranno più di cento, è prevista una preselezione. Successivamente, sono previste altre tre fasi: una simulazione di riunione (“problem solving”) la cui valutazione è affidata a una ditta specializzata esterna; un primo colloquio di approfondimento, anche in questo caso affidato a personale esterno; un colloquio finale con la commissione interna aziendale.

Il bando resterà aperto fino alle 12 del 31 gennaio prossimo. Il calendario delle prove sarà pubblicato sul sito aziendale il 14 febbraio 2020.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.