Tutto pronto per la tre giorni “The best of LamiaLiguria” dedicata all’artigianato ligure. Si partirà lunedì 9 dicembre con persona, benessere, mente e arredo, martedì 10 invece una giornata dedicata interamente all’enogastronomia di dolce, salato, bevande e vegetali. L’11 dicembre giornata dedicata solo alle imprese con incontri B2B.

L’evento che ospiterà oltre 50 imprese dell’artigianato e del commercio si terrà nel Palazzo della Borsa dove verranno allestiti stand e laboratori per conoscere le eccellenze del territorio food e non food. Tra gli organizzatori Regione Liguria e Camera di Commercio di Genova in collaborazione con Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Confindustria e Cna.

«È un occasione che abbiamo voluto cogliere per valorizzare le nostre eccellenze produttive – commenta Maurizio Caviglia, segretario generale della Camera di Commercio – questi tre giorni sono un momento per poter vivere in un atmosfera di festa quelli che sono i prodotti del nostro territorio. Si svilupperà in tre giornate: la prima per il non food avrà come caratteristiche proprie alcune attività legate alla cura della persona, della moda e del design come laboratori di filigrana, oro e preziosi. Il secondo giorno dedicato all’alimentare verterà su laboratori in cui ci saranno attività come la produzione del panettone e del pesto. Sempre nell’enogastronomia anche un laboratorio giovanile “Genova gourmet bartender” ovvero la creazione di cocktail con prodotti tipici del nostro territorio».

I laboratori sono aperti a tutti i cittadini e potranno ospitare un massimo di 40 persone. Nei tre giorni liguri e non,  potranno partecipare ad attività dedicate a spumanti, pesto, panera, pandolce, oli, cocktail di Natale, riciclo e riuso dei mobili e la scuola di restauro lampadari. Occorre prenotare inviando un’e-mail ad attivitaproduttive@ge.camcom.it.

«Sono momenti in cui sotto c’è un grande lavoro per consolidare un recupero culturale nell’immagine della persona, della nostra vita, dei nostri acquisti e del nostro consumo – spiega Andrea Benveduti, assessore regionale allo Sviluppo economico – saranno tre giorni dove ci saranno tante esposizioni ma anche tanti momenti in cui si potrà toccare con mano i nostri prodotti. Ieri per esempio hanno fatto fare un pandolce a degli skipper inglesi che erano presenti sul territorio e che porteranno a casa questo nostro prodotto. È un’occasione per portare anche le aziende sul web ed estendere i mercati. C’è anche una questione di salute in quanto abbiamo bisogno sempre più di sapere cosa mettiamo nelle nostre tavole. Sono preoccupato che l’Unione europea voglia mettere un semaforo su cibi che fanno parte della nostra cultura secolare. Per quanto riguarda i prodotti artigianali come filigrana, stoffe e ceramiche, mi auguro che i genovesi e i liguri questo Natale acquistino qualcosa di nostro invece dei soliti prodotti esteri».

Andrea Benveduti e Maurizio Caviglia

La giornata più importante per le aziende però sarà quella di mercoledì 11 dicembre dedicata interamente al business. Dieci buyer della grande distribuzione organizzata (gdo) internazionale provenienti dall’area europea ma anche da Stati Uniti, Australia, Russia, Israele, Marocco e Singapore Saranno presenti per conoscere prodotti e aziende con appuntamenti B2B.

«Fare tutto questo con Camera di Commercio – precisa Caviglia – vuol dire dare una possibilità a quelle piccole imprese che da sole non ce la farebbero a entrare nel mercato internazionale».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.