Attivato oggi, con due settimane di anticipo rispetto alla previsione di gennaio 2020, il doppio binario di accesso al terminal di Genova Pra’ Mare. Lo comunica Rfi.

L’attivazione è la terza delle quattro fasi complessive e consente, secondo l’azienda, un ulteriore potenziamento dei collegamenti tra lo scalo ferroviario e il terminal portuale nonché un incremento della capacità nei traffici merci da e per il Porto di Genova Pra’, assecondando così la crescente domanda di traffico, superando definitivamente una criticità infrastrutturale che storicamente ne limitava i traffici merci.

I lavori, avviati ad inizio 2019, seguono le attivazioni di giugno e novembre e la lunga chiusura completa dello scalo tra ottobre e novembre. L’investimento economico è stato di circa 30 milioni di euro.

Le attività proseguiranno fino al completamento dell’ultima fase, attualmente prevista a dicembre 2020, quando verrà completato il passaggio a livello di separazione tra i movimenti ferroviari e quelli stradali, il nuovo varco doganale, il sestuplicamento degli attuali quattro binari di scalo e l’adeguamento dei sistemi di segnalamento e gestione della circolazione ai più elevati standard normativi.

Tutti gli interventi vengono coordinati e realizzati da Rfi ed Italferr, società del Gruppo Fs Italiane.

L’ulteriore potenziamento finale dell’impianto, subordinato alla realizzazione del nuovo viadotto di collegamento tra l’autostrada A10 e il Porto di Pra’, a cura dell’Autorità di Sistema Portuale, prevede l’estensione dello scalo a 7 binari di modulo 750 metri, in linea con i più moderni standard infrastrutturali delle grandi reti ferroviarie europee.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.