Il sapore delle pere martine  è quello del Natale in casa. Pandolce, frutta secca e candita, torrone e gli altri dolci che arrivano in tavola alla fine del pranzo natalizio si possono trovare in negozio come al ristorante, la pera martina non è scomparsa, ma nei menù dei locali pubblici compare di rado. È rimasta nelle case, e con il suo sapore dolce e la sua semplicità ben si addice all’intimità della famiglia.

La sua presenza nel menù del Natale genovese (https://liguria.bizjournal.it/2018/12/menu-del-natale-genovese/ ) viene ricordata nella poesia “O tondo de Natale” (Sagep, 1968) di Nicolò Bacigalupo (1837 – 1904) che la menziona insieme alla pera butirro: “peie bûrê e martinn-e”. Non conosciamo la pera butirro, anche se non è scomparsa del tutto non risulta più in uso almeno in Liguria (se qualche lettore ne avesse notizia potrebbe scriverci), la pera martina, piccola e rugginosa, invece è rimasta. Era ed è consumata non solo a Natale ma dai Santi fino all’inizio della primavera.

Foto di Vivai Piante Roagna Matteo

Ingredienti
12 pere martine, 100 grammi di zucchero, la scorza di un limone, un bastoncino di cannella, due bicchieri colmi di vino bianco o rosso.

Preparazione
Lavate con cura le pere e lasciatele intere, senza sbucciarle. Mettetele in una casseruola in modo che stiano ritte in piedi. Unitevi il vino, lo zucchero, la scorza di limone fatta a pezzetti e il bastoncino di cannella. Lasciate sobbollire a recipiente coperto per una quindicina di minuti poi continuate la cottura senza coperchio finché le pere non saranno morbide. Dovrebbe bastare un’altra ventina di minuti. Ora mettiamo le pere sul piatto di portata e pensiamo al liquido di cottura. Deve avere la consistenza di uno sciroppo. Se è troppo liquido, poco male, lo si rimette a cuocere finché non avrà la consistenza desiderata. Poi lo versiamo sulle pere, che serviremo a temperatura ambiente.

Da accompagnare a vini dolci.

Placet experiri!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.