La giunta regionale, su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, ha deliberato l’approvazione del bando attuativo dell’azione 4.1.1 del Por Fesr 2014-2020, diretto alla realizzazione di interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici appartenenti ai Comuni compresi nelle aree interne delle valli dell’Antola, del Tigullio e del Sol-Beigua.

«Con una dotazione finanziaria complessiva di 630 mila euro – commenta Benveduti – intendiamo sostenere la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio pubblico della aree interne liguri, non ancora oggetto dei precedenti bandi emanati».

Per la valle dell’Antola e del Tigullio è già stato stipulato un accordo di programma quadro che prevede interventi di efficientamento energetico in edifici e strutture pubbliche per la tutela dell’ambiente, la promozione sostenibile del territorio e per favorire la residenzialità. Mentre per le valli Sol-Beigua è stata approvata la strategia d’area che contempla interventi di efficientamento energetico di edifici e strutture pubbliche.

«Le nostre valli e i nostri monti – spiega Benveduti – nascondono veri tesori di gusto, qualità e imprenditorialità. Lo sviluppo di queste realtà consente, non solo percorsi virtuosi di crescita sostenibile, ma anche il contrasto di fenomeni quali l’abbandono delle aree interne. In quest’ottica ci stiamo muovendo come amministrazione ed è nostro dovere creare un ecosistema favorevole, che consenta alle nuove generazioni di restare nelle proprie comunità. Per farlo, però, sono sempre più necessari interventi nazionali infrastrutturali e burocratici, che semplifichino la vita a chi oggi sceglie l’entroterra per vivere e lavorare».

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 70% della spesa ammissibile, con il limite massimo di contributo di 200 mila euro. Sono ammissibili le spese pagate dai beneficiari connesse all’efficientamento energetico degli edifici pubblici riferite a iniziative avviate e non concluse a decorrere dal 10 giugno 2016.

Le domande di ammissione ad agevolazione devono essere redatte esclusivamente online al sistema “Bandi on line” dal sito internet Filse (per maggiori informazioni clicca qui), dal 26 marzo al 30 aprile 2020. La procedura sarà disponibile in modalità off-line a partire dal 2 marzo 2020.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.