A seguito del boom di richieste e per l’allungamento delle tempistiche per l’istruttoria i corsi per operatori forestali, inizialmente previsti per fine anno, saranno rimandati alla prossima primavera. Una esigenza dettata anche dalla parziale mancanza di fondi che dovranno essere adeguati alle numerose domande.

I corsi sono organizzati da Cia Savona ed Elfo e sono finanziati da un contributo regionale Psr (Piano sviluppo rurale) dedicato alla formazione.

La certificazione di tutti gli operatori, coltivatori diretti, artigiani operanti, a vario titolo, nel settore forestale e i loro dipendenti, rappresentano ormai un passaggio obbligato per tutti le attività nel settore pubblico.

I moduli formativi sono riservati a tutti gli operatori che vogliono acquisire le corrette procedure e comportamenti di sicurezza nelle attività forestali: i livelli più importanti da conseguirsi sono il livello F3, sostanzialmente un livello ordinario per l’abbattimento delle piante forestali con l’uso della motosega, e il livello F5, livello per l’allestimento di un cantiere per l’esbosco completo con uso dell’attrezzatura idonea (verricelli, pinza forestale ecc.).

I corsi di formazione per operatori forestali variano tra le 24-40 ore, per una durata tra i 3 e i 5 giorni. Per accedere ai corsi bisogna prima effettuare una selezione propedeutica per capire in quale classe si potrà partire: alle selezioni propedeutiche organizzate da Cia Savona hanno già partecipato quasi 200 operatori.

Oltre ai corsi forestali Cia Savona ha svolto una attività di partecipazione alla revisione del regolamento forestale regionale, partecipando in prima persona all’organizzazione di due progetti forestali della Mis. 16.1 Psr che prevedono la creazione di gruppi operativi di cooperazione per migliorare gli aspetti produttivi, promuovere l’innovazione e migliorare anche processi logistici e ottimizzazione delle filiere di produzione e di commercializzazione.

I due progetti organizzati dal Cipa At Savona sono:

Orfincip, “Organizzazione forestale innovativa per il cippato” – studio per migliorare i processi organizzativi per la commercializzazione con esiti positivi del prodotto legnoso, portato avanti con professionisti forestali, aziende del settore liguri e piemontesi e l’Università di Torino.

Oleclegnard, “Ottimizzazione logistica ed economica del legname da ardere” – studio per ottimizzare la logistica ed i processi economici legati alla produzione di legname da ardere, portato avanti con professionisti forestali, aziende del settore ed il Dime (dipartimento Ingegneria meccanica, energetica, gestionale dei trasporti) dell’Università di Genova.

I due progetti per il settore forestale sono stati completati nella loro fase propedeutica e sono in attesa di essere riproposti non appena si riaprirà il bando per la seconda fase realizzativa.

Cipa At Savona ha collaborato anche allo svolgimento di un terzo progetto della stessa misura denominato Telefor, “Utilizzo delle teleferiche nel contesto forestale ligure” progetto organizzato da Elfo e Università di Genova.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.