La Borsa di Milano ha aperto in rialzo. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,58% a 23.846 punti e prosegue nel trend rialzista. Solo Diasorin (-0,34%) e Bper Banca (-0,18%) sono in ribasso nel listino principale. Corre Nexi (+3,23%) grazie all’accordo con Intesa Sanpaolo che trasferirà il proprio ramo aziendale dei servizi di gestione delle carte di credito ed entrerà nel capitale della stessa con il 9,9%.

Borse europee deboli in apertura dell’ultima seduta della settimana. Gli investitori guardano alle vicende politiche degli Stati Uniti con il via libera della Camera all’impeachment per Donald Trump. Intanto si attende il dato definitivo del Pil del terzo trimestre e altri indicatori macroeconomici. In rialzo Parigi (+0,12%), piatte Londra (-0,02%) e Francoforte (-0,01%).

La Borsa di Tokyo ha terminato l’ultima seduta della settimana col segno meno, appesantita dalla rivalutazione dello yen, con gli investitori che fanno scattare le prese di profitto dopo i recenti rialzi dell’indice di riferimento. Il Nikkei segna una variazione negativa dello 0,20%

Quotazioni del petrolio più o meno stabili: il Wti si mantiene sopra quota 61 dollari al barile a 61,11 dollari (61,22 ieri sera a New York). Guadagna altri 5 centesimi il Brent che sale a 66,59 al barile.

Sui mercati valutari euro in leggero calo. La moneta unica viene scambiata a 1,1118 dollari, rispetto a 1,1124 dollari segnati ieri alla chiusura di Wall Street. L’euro vale inoltre 121,50 yen.

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco, ha aperto stabile a 162 punti base. Il rendimento è a +1,43%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.