Avvio di seduta poco mosso per la Borsa di Milano. L’indice Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in progresso dello 0,06% a 23.645 punti. Tra i titoli in evidenza Poste Italiane (+1,03%) ed Exor (+0,97%). Limitati i ribassi. Oggi, nel mercato Aim Italia, ha debuttato l’azienda genovese Gismondi 1754.

Attorno alla parità anche le Borse europee. L’indice Ftse 100 di Londra ha aperto a +0,1% a 7.525 punti, il Cac 40 sale dello 0,05% a 5.971 punti mentre il Dax arretra dello 0,16% a 13.266 punti.

Seduta debole sulle Borse asiatiche, con gli investitori che si prendono una pausa dopo la corsa dei listini verso nuovi massimi storici seguita al primo accordo parziale tra Usa e Cina sui dazi. Tokyo ha ceduto lo 0,55%.

Tra gli appuntamenti attesi oggi c’è il dato sulla fiducia delle imprese in Germania, il dato definitivo sull’inflazione nella Ue a novembre e le scorte settimanali di petrolio negli Usa. In mattinata intervento della presidente della Bce Christine Lagarde.

Il petrolio è in leggero ribasso questa mattina dopo i guadagni di ieri. Il Wti con consegna a gennaio vale stamani 60,53 dollari, in calo dello 0,7% rispetto alla chiusura di ieri a New York, quando aveva messo a segno un rialzo dell’1,2%. Quotazioni in discesa anche per il Brent, scambiato a 65,79 dollari al barile (-0,5%).

Sui mercati valutari euro in leggero ribasso. La moneta unica viene scambiata a 1,1137 dollari, in lieve calo rispetto a 1,1147 dollari segnati ieri alla chiusura di Wall Street. L’euro vale inoltre 121,88 yen.

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto stabile a 145 punti base. Il rendimento è a +1,15%

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.