«L’azienda ha informato le organizzazioni sindacali che, in seguito al rigetto dell’istanza avanzata dai commissari dell’Ilva in amministrazione straordinaria di proroga allo spegnimento di Afo2, a breve invierà alle stesse l’avvio della procedura di cassa integrazione straordinaria per 3.500 unità». Lo annuncia la Fim Cisl Taranto-Brindisi, precisando che nelle 3.500 unità sono compresi 1.273 che sarebbero stati collocati in Cigo.

I commissari stanno valutando il ricorso al Tribunale dell’appello contro la decisione del giudice Francesco Maccagnano, che ieri ha respinto l’istanza di proroga della facoltà d’uso in scadenza venerdì 13 dicembre.

L’impianto fu sequestrato nel giugno del 2015 dopo l’incidente sul lavoro costato la cita all’operaio Alessandro Morricella, investito da una fiammata mista a ghisa incandescente mentre misurava la temperatura del foro di colata dell’Altoforno 2.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.