Arpa ha confermato tempistiche e caratteristiche della fase perturbata in atto dalla notte sulla Liguria. Piogge, rovesci ,venti di burrasca forte e mareggiate anche intense interessano e interesseranno la regione nelle prossime ore.

Alla luce di quanto accaduto finora e delle ultime uscite dei modelli previsionali Arpal ha modificato la scansione dell’allerta meteo: nel Ponente regionale (zona A) e nel Centro Ponente (zone B e D) allerta rossa sino alle 21 e arancione dalle 21 alle 24 (tutti i bacini).

Nel Levante regionale (zona C): allerta rossa fino alle 24 di oggi e poi arancione fino alle 8 di sabato, gialla fino alle 12.

Nell’entroterra del Centro Levante (zona E): allerta rossa fino alle 24 di oggi e poi gialla fino alle 8 di domani.

A livello areale nelle ultime 12 ore sono state raggiunte cumulate tra elevate e molto elevate sulla zona A, elevate sulle zone B e D. 276.6 i millimetri di pioggia caduti a Ceriana, 263.6 a Montalto Ligure, 173.6 ad Airole, 172.2 a Borgomaro tutte stazioni dell’imperiese.

Nella zona D, sempre in 12 ore, 180.2 a Urbe Vara Superiore (Savona), 168.8 a Prai (Campo Ligure, Genova), 162.4 a Piampaludo (Sassello, Savona), 145.8 a Campo Ligure (Genova). Da segnalare poi, nella zona B, 135.8 millimetri a Santuario di Savona, 130 a Isoverde, 120 a Monte Pennello mentre, nella zona C, Sella Giassina (Neirone, Genova) ha toccato 134 millimetri.

Attualmente le precipitazioni stanno insistendo in particolare sul centro della regione (zona B e parte orientale di D). A seguito delle piogge delle ultime ore sono stati registrati importanti incrementi dei livelli idrometrici con il raggiungimento della soglia di piena straordinaria in diverse sezioni del Ponente ligure, dove si attendono ancora risposte alle precipitazioni. Significativi innalzamenti dei livelli potranno registrarsi anche nell’entroterra genovese, in particolare nella zona di Campo ligure, dove lo Stura ha già superato la soglia di piene rive. Continuano a soffiare venti meridionali di burrasca forte: Tanadorso, comune di Ronco Scrivia ha toccato 151.6 km/h, Fontana Fresca (Sori, Genova) 144.7 km/h mentre Casoni di Suvero (Zignago, La Spezia) ha toccato 133.6 km/h

E’ in corso un deciso aumento del moto ondoso: la boa di Ventimiglia ha registrato 4,0 metri di onda significativa e circa 7 metri di onda massima.

Nelle immagini la scansione oraria dell’allerta e la mappa con la distribuzione delle precipitazioni nelle ultime 12 ore.

Questa mattina il Centro Ponente della regione è stato interessato da piogge diffuse di intensità generalmente debole, localmente moderate e più persistenti nell’interno della zona A (Ceriana, nell’imperiese 40 millimetri in 3 ore, dalla mezzanotte 115 millimetri mentre a Montalto Ligure toccati i 101.4 millimetri) e sul crinale tra le zone A e D (Colle del Melogno, Savona, 54 millimetri in 3 ore). Nell’ultima ora si è assistito a un deciso rinforzo del flusso umido meridionale nei bassi strati che ha comportato un’intensificazione delle precipitazioni sul Centro-Ponente.

La ventilazione al suolo da Sud o Sud Est già questa mattina registra valori d’intensità tra forte e di burrasca, localmente di burrasca forte sui rilievi del Centro Levante (Fontana Fresca, Sori, zona B, 82 km/h con raffiche fino a 136.8 km/h; Tanadorso, Ronco Scrivia, zona E, 85 km/h con raffiche fino a 111 km/h; Monte Pennello, Genova, zona B, 68 km/h da sud-sudest con raffiche fino a 118.8 km/h, Casoni di Suvero, Zignago, zona C, 68 km/h con raffiche fino a 97 km/h ).

Lo scenario meteo idrologico per le prossime ore è confermato sia per le dinamiche del passaggio frontale sulla Liguria che sotto il profilo delle tempistiche; sul Levante è attesa anche una “coda” di fenomeni che insisteranno fino alle prime ore di domani, sabato. Quindi ci sarà una pausa mentre, sempre sul Levante, nella notte su domenica, è atteso un nuovo, veloce passaggio perturbato con piogge e temporali che verrà valutato meglio domattina. Confermato anche il vento con raffiche di burrasca forte che, dopo una parziale attenuazione, dovrebbe riprendere a soffiare nel pomeriggio di sabato e le mareggiate intense oggi, domani ma anche e soprattutto domenica.

Proprio la giornata di domenica dovrebbe, però, chiudere questa nuova fase perturbata: al momento la tendenza delineata dei modelli previsionali per i giorni che portano alle festività natalizie segnala una rimonta più decisa dell’alta pressione sulla nostra regione.

Questa la suddivisione in zone del territorio regionale:
A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa
B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno
C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla
D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida
E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

La sala operativa regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.
In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito www.allertaliguria.regione.liguria.it, inviato anche tramite twitter (segui @ARPALiguria).
Sulla pagina www.facebook.com\ArpaLiguria post con immagini, grafici e dati.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.