La Liguria è la regione italiana in cui si percorrono meno chilometri all’anno, 9.584, ben 2.301 km in meno rispetto alla media nazionale, e in cui si utilizza l’auto solo 252 giorni l’anno (un dato che vale l’ultimo posto in Italia), contro una media complessiva di 286 giorni. È quanto emerge dall’osservatorio UnipolSai sulle abitudini al volante degli italiani nel 2018, realizzato analizzando i dati di circa 4 milioni di automobilisti assicurati UnipolSai che installano la scatola nera Unibox sulla propria autovettura.

Il numero di scatole nere in Italia ha raggiunto circa 8 milioni di unità, di cui UnipolSai detiene circa il 50%, un apprezzamento legato non solo per la possibilità di ottenere uno sconto significativo sull’Rc Auto e sulla polizza furto e incendio per chi sceglie l’installazione di Unibox a bordo della vettura.

In caso di incidente, la scatola nera è in grado di registrare data e orario dell’evento, posizione gps, velocità del veicolo ed essere in questo modo particolarmente utile in caso di contestazioni, sia in caso di sentenze del giudice sia in caso di multe non dovute. In caso di incidente grave, il dispositivo può inoltre rappresentare un reale strumento “salva vita” in quanto invia automaticamente un allarme alla centrale assistenza grazie al servizio di allarme crash e in caso di furto del veicolo, ne facilita il ritrovamento.

In Liguria si trascorrono 1 ora e 20 minuti in auto e si percorrono, in media, 38 km al giorno, seconda solo alla Sicilia per il minor numero di chilometri percorsi in giornata. L’analisi dell’osservatorio non tiene conto dei chilometri percorsi sulle due ruote, molto diffuse in regione.

«I liguri – commenta Enrico San Pietro, condirettore generale assicurativo UnipolSai – stanno vivendo un peggioramento della qualità dell’esperienza di guida, testimoniato dalla continua riduzione della velocità media, dovuto all’incremento del traffico: nel 2018 la velocità media dei liguri è stata di 28,5 km/h, al di sotto della media nazionale. A risentire delle criticità legate alla viabilità sono soprattutto Genova e La Spezia».

Anche di notte l’automobile è poco utilizzata in Liguria, dato che solo il 4,1% dei chilometri sono percorsi da mezzanotte alle sei del mattino, contro una media nazionale del 4,3%. La provincia più nottambula è Imperia, con il 4,3% dei chilometri percorsi di notte, mente quella che usa meno l’auto nella fascia notturna è Savona (3,8%). Savona è, invece, la città che “dà più gas”, con 30,3 km/h, unica provincia ligure con un dato superiore rispetto alla media nazionale (29,5 km/h).

La città in cui si utilizza meno l’auto è Genova, con 240 giorni all’anno e solo 9.144 km percorsi. Genova è anche la città con la velocità media più bassa, dato che segnala condizioni di traffico particolarmente intense. All’estremo opposto, ma sempre molto trafficata, c’è La Spezia, con 278 giorni di utilizzo e 10.480 km percorsi all’anno, 896 in più della media ligure ma comunque 1.405 in meno rispetto alla media nazionale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.