La giunta comunale della Spezia, su proposta dell’assessore al Patrimonio, Manuela Gagliardi, ha deliberato l’assegnazione della concessione in uso di alcuni locali di proprietà comunale ai soggetti senza fine di lucro che hanno partecipato alla procedura a evidenza pubblica per la concessione dei locali stessi.

Con determinazione dirigenziale del 28 maggio scorso è stato approvato il verbale della Conferenza dei servizi intersettoriale per la valutazione delle domande pervenute, con la relativa graduatoria.

Ad aggiudicarsi il fondo di via Agretti è la Angsa, gli spazi nei locali ex macelli già in concessione ad Asprol sono stati assegnati a Sea Shepherd Italia onlus in condivisione con Franca e Giorgio Amici di Zampa. Una stanza nell’immobile di via Zara è stato assegnato a Aniep in condivisione con l’associazione Aiuto Dsa La Spezia onlus.

Una stanza nell’ex palazzina del Colonnello di via Dei Pioppi è stata assegnata all’associazione culturale Mamma aiuto. Una stanza ex V Circoscrizione di via del Canaletto è stata assegnata a Italia Nostra. Un’altra stanza ex V Circoscrizione di via del Canaletto è stata assegnata a Genitori Si Diventa. Una stanza dell’ex scuola del Favaro è stata assegnata all’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra in condivisione con la Filarmonica Giacomo Puccini. Una stanza nell’immobile di via Zara è stata assegnata al circolo La Sprugola.

Una stanza nell’immobile ex Arcimboldo di via Dei Pioppi è stata assegnata all’associazione At Gjergj Fishta. Una stanza dell’ex centro civico di piazza Brin è stata assegnata all’associazione Prospezia – Ciassa Brin. Una stanza dell’ex V Circoscrizione di via Del Canaletto è stata assegnata all’associazione Coro Lirico. Una stanza dell’ex scuola del Favaro è stata assegnata all’associazione Tandem.

«Chiudiamo il cerchio di un lavoro importante di riordino del patrimonio del Comune –dichiara Gagliardi – iniziato l’anno scorso con l’approvazione del nuovo Regolamento comunale per gli immobili, passato da un bando per attribuire i punteggi alle associazioni, che stabilisse un ordine di meritevolezza e si conclude appunto con l’assegnazione a praticamente tutte le associazioni che ci hanno chiesto uno spazio. Ricordiamo anche che il canone, visto il valore delle attività svolte, verrà ridotto fino all’80% rispetto a quello commerciale».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.