Il consiglio dei ministri ha approvato la dichiarazione dello stato di emergenza per la città metropolitana di Genova e le province di Savona e della Spezia. Lo stato di emergenza era stato chiesto dalla Regione e da Protezione civile a seguito degli eventi eccezionali meteorologici che hanno coinvolto i vari Comuni liguri dal 14 ottobre all’8 novembre 2019.

«Era un atto che aspettavamo, e di cui avevamo delineato i primi aspetti insieme al capo dipartimento nazionale Borrelli durante la sua visita in Valle Stura a fine ottobre – dichiara Giacomo Giampedrone, assessore regionale alla Protezione civile – alla valle Stura e Urbe abbiamo poi unito anche i danni nella val Petronio avvenuti poco dopo, a inizio novembre».

La pioggia e il rischio frane non sembrano però fermarsi in Liguria. La nuova ondata di maltempo ha riportato il territorio ligure in stato di allerta gialla. Nella primissima mattina di oggi una frana è scesa da un terreno privato in via del Commercio a Nervi e cinque residenti al primo piano del civico 74 sono state evacuate mentre 12 persone del civico 78 sono state allontanate in via cautelativa. Inoltre, a causa di una frana all’altezza del casello di Genova Aeroporto, il traffico autostradale scorre solo su una corsia.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.