Partita la campagna di equity crowdfunding dedicata alle life sciences, protagonisti due società genovesi, la startup biomedicale Fremslife, che utilizza le tecnologie di elettroceutica, e il portale Fundera (vigilato da Consob) tra le principali piattaforme italiane per la raccolta di capitali per finanziare startup e pmi innovative.

L’equity crowdfunding è una forma di investimento che consente a un gruppo di investitori di finanziare startup innovative e pmi (come per esempio Fremslife) attraverso portali online autorizzati (Fundera, in questo caso), erogando un contributo finanziario in cambio di quote societarie delle stesse imprese (equity). Quello di crowdfunding e startup è un binomio in ascesa, che gioca un ruolo di rilievo nel mercato mondiale dell’innovazione e che interessa tutti i settori anche quello delle life sciences. Investire in startup e pmi innovative tramite equity crowdfunding consente di godere di vantaggi in termini di incentivi e agevolazioni fiscali. A partire da quest’anno, l’aumento delle detrazioni e deduzioni fiscali è passato dal 30 al 40%.

Negli ultimi cinque anni le startup innovative liguri sono più che quadruplicate, passando dalle 36 del 2014 alle 165 del 2019, con un aumento del 358%. La crescita del capoluogo fa da traino anche per l’intera regione. La Liguria infatti passa a sua volta da 46 a 196 iscritte (+326%), superando così sia il trend nel Nord-Ovest (+299%), sia la media italiana che si attesta a +262%.

La nostra startup – dichiara Luigi Miracoli, consigliere di amministrazione e responsabile della strategia finanziaria di Fremslife – ha grandi potenzialità di crescita grazie al know-how tecnologico, alla proprietà di numerosi brevetti internazionali e all’operatività nel mercato internazionale delle life sciences che presenta tassi di crescita molto interessanti Già oggi oltre 200 centri di fisioterapia in Italia utilizzano le tecnologie Frems e stiamo sviluppando velocemente anche il mercato estero: abbiamo stabilito relazioni commerciali con distributori in oltre 20 Paesi europei ed extraeuropei. Abbiamo scelto la piattaforma genovese Fundera perché crediamo nelle opportunità offerte dal crowdfunding».

Il round di investimento fino a un massimo di 500.000 euro e i capitali che verranno acquisiti con l’operazione di equity crowdfunding saranno impiegati per progettare e industrializzare nuove linee di prodotto basate sulla tecnologia Frems e per espandere l’attività commerciale sui mercati esteri, in particolare in Usa e Cina. «Vogliamo consolidare le attività di ricerca e sviluppo già avviate attraverso la partnership con il Dipartimento Smart Materials dell’Istituto italiano di tecnologia, che traguarda le nuove frontiere della tecnologia nell’ambito della cura di ferite cutanee e ulcere» annuncia Miracoli.

«Fremslife – spiega Leonardo Frigiolini, founder e presidente del gruppo F&P Merchant che possiede il portale Fundera – rientra a pieno titolo nel target delle aziende che intendiamo supportare nel loro percorso di graduale avvicinamento ai mercati sia dell’equity sia del debito. Fundera, piattaforma web nata per operare nel solo mercato dell’equity, si sta apprestando a diventare anche un mercato del debito delle pmi. Fundera può collocare strumenti finanziari come i minibond e le cambiali finanziarie grazie alla recente normativa di I e II livello. Il fatto che Fremslife sia un’azienda del nostro territorio non può che rafforzare il nostro entusiasmo».

La campagna di equity crowdfunding di Fremslife è attiva sulla piattaforma www.fundera.it per i prossimi tre mesi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.