Approvato dalla giunta guidata da Marco Di Capua lo schema di programma dei lavori pubblici del Comune di Chiavari per il triennio 2020/2022. Step successivo l’inserimento all’interno del Documento unico di programmazione per sottoporlo al consiglio comunale per la necessaria convalida.

Il piano triennale conta complessivamente 12.050.000 euro di investimenti.

Tra gli interventi di manutenzione straordinaria: l’ex tribunale di piazza Mazzini (entro il 2021 con 450 mila euro), l’adeguamento e allestimento dell’antica Farmacia dei Frati  (entro il 2021 con 250 mila euro), il restauro del chiostro ex chiesa S. Francesco (entro il 2021 con 450 mila euro), dei prospetti Est e Ovest di Palazzo Rocca (300 mila euro entro il 2020), e inoltre la realizzazione del teatro all’aperto nel parco di Villa Rocca (260 mila euro entro 2020).

Prosegue anche la messa in sicurezza degli edifici scolastici cittadini e degli impianti sportivi, questa volta grazie alla riqualificazione energetica della scuola primaria di Sampierdicanne (un milione e 115 mila euro – 2020) e alla conclusione dell’iter di efficientamento energetico del Palazzetto dello Sport (un milione e 145 mila euro – 2021).

Corposo anche lo stanziamento per le opere di manutenzione delle pavimentazioni di piazza Verdi – via Costaguta (400 mila euro – 2020) e di altri tratti (500 mila euro – 2020) e marciapiedi cittadini (500 mila euro – 2022); il rifacimento dei marciapiedi di via Parma (500 mila euro – 2021) e l’allargamento della stessa di fronte alla scuola Telecomunicazioni (500 mila euro -2020). Prevista anche la riqualificazione di piazza N.S dell’Orto (un milione di euro – 2022) e di piazza Salvo D’Acquisto a Sampierdicanne (550 mila euro – 2020), oltre al dragaggio del porto turistico Gatti (300 mila euro – 2020).

Sono stati inclusi importanti investimenti anche per la difesa del suolo: la messa in sicurezza e mitigazione del rischio idrogeologico del torrente Rupinaro e del rio Campodonico (tre milioni di euro – 2020) e diversi interventi di manutenzione straordinaria del fosso di Caperana e del fosso di Ri (330 mila euro – 2020).

«In questo documento – sottolinea Di Capua  – sono contenuti i principali obiettivi che ci siamo prefissati e che consentiranno di intervenire per migliorare decisamente l’aspetto della nostra città, dagli spazi di aggregazione e cultura alla sicurezza stradale, dalla messa in sicurezza degli edifici scolastici e mitigazione del rischio idrogeologico al restyling di due principali piazze cittadine»

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.