Banca Carige comunica di aver raggiunto l’accordo con le rappresentanze nazionali e aziendali di Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin in merito alle modalità di gestione delle ricadute del Piano strategico 2019-23.

L’accordo firmato prevede l’accesso al Fondo di solidarietà di settore per gestire fino a 680 uscite volontarie previste a Piano fino al 2023, anche disciplinando l’opzione per la “pensione Quota 100”. Come da Piano, le stesse, sommate alle 450 uscite precedentemente contrattualizzate, e alle 120 prevedibili come turnover fisiologico aziendale, consentono di realizzare il ridimensionamento organizzativo di 1.250 risorse.

L’accordo inoltre disciplina la chiusura delle filiali previste per il 2019 e prevede un  aggiornamento delle norme sulla mobilità del personalee la valorizzazione del lavoro part-time.

«L’accordo raggiunto con le organizzazioni sindacali è un nuovo importante passo verso la realizzazione del Piano strategico, la trattativa è stata finalizzata nel rispetto delle strette tempistiche previste» commenta il commissario Fabio Innocenzi

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.