Avvio di seduta in ribasso per la Borsa di Milano. L’indice Ftse Mib segna un calo dello 0,35% a 23.698 punti.Tra i rialzi spiccano Salvatore Ferragamo (+4,06%), dopo la pubblicazione dei conti, e Nexi (1,18%), scendono Prysmian (-5,12%) e Saipem (-1,29%).

Apertura in calo anche per le principali borse europee. Londra cede lo 0,46% a 7.331 punti, Parigi lo 0,2% a 5.908 punti e Francoforte lo 0,3% a 13.244 punti.

Nei mercati asiatici Tokyo ha chiuso a -0,85%. In rialzo il dollaro sullo yuan cinese e sull’euro, ma non sullo yen, con ripercussioni per i grandi esportatori come Honda (-0,6%) e Panasonic (-0,44%).
Negativi i futures sull’Europa in attesa della produzione industriale europea in settembre e su Wall Street, dove sono in arrivo le richieste di mutui e soprattutto l’audizione del presidente della Fed Jerome Powell al Congresso Usa.

Quotazioni del petrolio ancora in lieve calo sul mercato after hour di New York con gli investitori alla finestra in attesa di sviluppi sulle trattative nella guerra commerciale tra Usa e Cina. I contratti sul greggio Wti con scadenza a dicembre cede 7 centesimi a 56,7 dollari al barile. Il Brent cede 12 centesimi a 61,97 dollari (+0,4%).

Nei cambi euro sostanzialmente stabile sul dollaro e sullo yen nei primi scambi sui mercati internazionali. La moneta unica europea passa di mano a 1,1010 come ieri dopo la chiusura di Wall street e a 120,07 sullo yen.

Lo spread tra Btp decennale italiano e Bund tedesco ha aperto in leggero aumento a 147 punti base rispetto alla chiusura di ieri a 145. Il rendimento è a +1,22%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.