I cantieri T. Mariotti, parte del Gruppo Genova Industrie Navali, e il dipartimento di Architettura e Design dell’Università degli Studi di Genova hanno siglato un accordo quadro della durata di due anni per promuovere l’innovazione e la ricerca nell’ambito del design navale.

Attraverso la partnership, T. Mariotti e l’Università di Genova puntano a favorire lo sviluppo di ricerche e attività in aree chiave della progettazione e costruzione navale quali il design, il layout, la distribuzione, l’arredo, il decor e la sostenibilità ambientale. Per tutti questi ambiti le due realtà metteranno a disposizione esperienze, spazi e competenze che contribuiranno alla realizzazione di progetti condivisi.

L’obiettivo comune è rafforzare e valorizzare al meglio le competenze e lavorare in sinergia per favorire la produttività e l’innovazione del settore.

A segnare l’avvio della collaborazione è stato un incontro tenutosi alla Spezia tra T. Mariotti e gli studenti del corso di studi in Design navale e nautico durante il quale sono state gettate le basi per le attività che saranno realizzate nei prossimi mesi.

T. Mariotti ha colto l’occasione per condividere la base per il progetto di una nave che gli studenti svilupperanno secondo le indicazioni dei loro docenti, in accordo con il programma accademico.

«La collaborazione tra T. Mariotti e l’Università di Genova – dichiara Umberto Bisagno, manager di T. Mariotti con delega alle Risorse umane e alla Formazione – è attiva già da diversi anni e nel tempo si è rafforzata attraverso un nostro progressivo coinvolgimento in momenti importanti dell’anno accademico e in opportunità di stage offerte agli studenti. Attraverso questa partnership intendiamo promuovere talenti e nuove idee, offrendo agli studenti la possibilità di mettere in pratica progetti concreti, nella convinzione che questo scambio reciproco di competenze crei valore per l’intero settore».

«La convenzione siglata con i Cantieri T. Mariotti – commenta Massimo Musio-Sale, professore ordinario di Disegno Industriale nel dipartimento di Architettura e Design – ci consente di calare il caso studio formativo di quest’anno e del prossimo all’interno della realtà produttiva e di permettere agli studenti il confronto con le problematiche professionali che si troveranno a risolvere una volta laureati».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.