Anche quest’anno la Liguria partecipa al Ttg di Rimini, il principale evento italiano dedicato al turismo B2B. Sono 40 in totale le partecipazioni dalla Liguria: 24 dalla provincia di Genova, 4 da Savona, 4 da Imperia e 8 dalla Spezia.

«Siamo a questa fiera per dire che la Liguria c’è e vuole essere protagonista in un settore che continua a crescere come il turismo grazie anche all’ottimo lavoro svolto dall’agenzia turistica regionale InLiguria a cui quest’anno abbiamo raddoppiato il budget per le sue iniziative sul territorio − dichiara il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti − siamo la seconda regione in Italia per numero di bandiere blu, ma anche cibo, tradizioni artistiche e culturali e poi la nostra natura con i parchi nazionali e regionali, le nostre aree marine protette»

A questo evento di interesse mondiale tra le presenze liguri c’è C-Way, tour operator di Costa Edutainment, società che gestisce anche l’acquario di Genova. Tra le proposte di C-Way al Ttg c’è la Rolli Days Experience, offerta creata in collaborazione con il Comune di Genova.

Tra gli altri partecipanti, Liguria Together ha organizzato una conferenza dal titolo “Le valli del parco dell’Aveto e Chiavari in un percorso enogastronomico turistico”, ovvero come proporre una destinazione in sinergia tra mare ed entroterra.

Beautiful Liguria, consulenti di viaggio, ha incontrato tour operator e agenti promuovendo i pacchetti legati alla riviera di levante. Presente anche Mamberto, organizzatore di tour operator incoming di Borgio Verezzi, che quest’anno a causa dell’uragano Thomas Cook ha avuto criticità di vendite e che in Ttg trova un’occasione di riscatto.

«Quest’anno − dichiara l’assessore regionale al turismo Gianni Berrino − abbiamo investito molto sulla promozione del territorio e sulla presenza alle fiere, per fare in modo che le aziende turistiche e alberghiere che sono presenti qui  e che sono la nostra spina dorsale si promuovano ad alti livelli, contando su un 2020 che non solo ricalchi il 2019».

Interviene anche Pietro Paolo Giampellegrini, commissario straordinario dell’Agenzia InLiguria: «Noi dobbiamo guardare al 2020. Il prossimo appuntamento sarà a novembre con la nuova programmazione per l’anno successivo che sarà eccezionale: daremo vita a una nuova comunicazione, utilizzando la realtà aumentata e anche video emozionali e inviteremo i turisti a visitare la Liguria che si candida a essere la prima regione italiana per experience».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.