«Ho chiesto un nuovo intervento al ministero dell’Ambiente per avere il via libera sull’impiego dei detriti del ponte Morandi per il ribaltamento a mare dello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente. Ancora non abbiamo l’ok, stiamo facendo pressione per sbloccare la situazione».

Secondo quanto ha spiegato oggi il sindaco di Genova e commissario per la ricostruzione Marco Bucci, a margine di un incontro con la stampa, «una legge europea consentirebbe già l’uso dei detriti del ponte per il ribaltamento di Fincantieri, ma in Italia non è stata ancora recepita. Di conseguenza vige un decreto del 1998 secondo cui i detriti non pericolosi non possono essere posizionati in mare».

«Voglio solo ottimizzare la situazione − ribadisce Bucci − Abbiamo già l’approvazione per conferire in altri siti di smaltimento i resti del ponte, quindi il “problema detriti” non esiste».

Dal punto di vista dei trasporti e della viabilità, il sindaco ha poi sottolineato la «possibilità, di far transitare tutti i camion dalla parte est del cantiere attraverso una strada interna, già operativa, in modo che si immettano direttamente in autostrada senza passare per la della città».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.