I primi due mezzi a motorizzazione elettrica di Atp Esercizio dalla prossima settimana saranno attivi sulla linea da Casarza a Chiavari via Sestri Levante.

I bus sono prodotti negli stabilimenti Iveco, si tratta di due bus “Urbanway” tipo “Hybrid high value”; lunghi 12 metri e con altezza di 3,40 metri. Il sistema di alimentazione elettrico e di propulsione “hybrid drive” è progettato per rispondere ai bisogni di rendimento, di emissioni e di durata richiesti dal trasporto pubblico. Il motore diesel (a cilindrata ridotta) Euro 6 funziona sia per produrre l’elettricità per il motore elettrico di trazione, sia per la carica delle batterie. L’azionamento ibrido è fornito dal motore a combustione interna Iveco Tector 7 Euro VI da 6,7 litri con 210 kW e un motore elettrico di trazione da 120 kW. È dotato di un impianto pneumatico con due circuiti indipendenti, con sistema Ebs/Abs e in aggiunta Ars e dispositivo di blocco veicolo a porta aperta, mentre il sistema di rallentamento prevede il comando tramite leva del pedale del freno. Il veicolo è anche a pianale ribassato per permettere di inclinare il lato destro del veicolo per consentire un accesso più comodo.  La rampa disabili è situata sulla porta centrale in prossimità della postazione carrozzina, mentre oltre alle normali dotazioni di estintori, il veicolo è equipaggiato con un impianto fisso di estinzione (sistema antincendio fogmaker) a nebulizzazione d’acqua. Sul fronte dei consumi la funzione “Arrive & Go”, con il motore a combustione spento e zero emissioni, opera fino a quando il veicolo non raggiunge i 20 km orari.

«Con l’introduzione in servizio dei due mezzi ibridi a basse emissioni, – dichiara Enzo Sivori, presidente di Atp Esercizio – Atp fa un nuovo salto di qualità. Non dobbiamo dimenticare che negli ultimi due anni sono stati acquistati e messi in circolazione un’ottantina di bus nuovi e di tipologia euro 6. Oggi il parco mezzi ha un’anzianità media sotto i 10 anni rispetto ai 13 del recente passato».

«L’inaugurazione di oggi – aggiunge Valentina Ghio, sindaco di Sestri Levante – rappresenta un passo importante non solo per Atp ma per tutti noi, alla quale va tutto il nostro plauso, come amministrazione comunale ma anche come cittadini».

«L’acquisto di questi autobus – commenta Claudio Garbarino, consigliere metropolitano con delega ai Trasporti – è stato reso possibile grazie alla gara Consip che ha saputo centrare due importanti obiettivi: abbassare l’età media del parco circolante e mettere in servizio mezzi a basso impatto ambientale. Gli autobus che presentiamo oggi sono di tipo ibrido elettrico e assicurano un consumo di carburante per veicolo ridotto del 30% e, rispetto agli autobus con solo motore diesel, anche le emissioni di CO2 sono ridotte del 30%, una quantità pari a 35 tonnellate di anidride carbonica in meno all’anno. In questo modo i nuovi veicoli offrono vantaggi concreti di risparmio economico e tutela dell’ambiente».

«Si tratta di bus di ultima generazione – spiega Roberto Rolandelli, direttore operativo di Atp – che sono stati testati e adottati in città come Praga e Milano, dove Atm ne ha acquistati un centinaio. Attualmente, oltre 1.500 di questi autobus ibridi operano in tutto il mondo».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.