Presentato questa mattina il progetto di fattibilità per la realizzazione della nuova piazza Cavour, alla Spezia. Un intervento, ancora passibile di miglioramenti, la cui base si basa sul progetto vincitore del concorso di idee, a cui avevano partecipato in 13, dalle quali poi sono uscite le prime cinque idee progettuali.

Un percorso lungo a cui hanno partecipato i cittadini, le associazioni di categoria e gli ambulanti. Numerose le commissioni consiliari in cui è stato illustrato e discusso. Al termine di questo massiccio iter partecipativo, sono state apportate alcune modifiche al progetto che vanno incontro alle esigenze di chi lavora sulla piazza e dei cittadini che dovranno usufruirne.

Le modifiche

Area centrale

Il progetto prevede l’abbattimento delle vele, allo scopo di migliorare l’immagine della piazza, conferendo maggiore respiro all’ambito centrale; i piloni di sostegno, però, saranno demoliti solo parzialmente, in quanto verranno impiegati per sostenere le nuove coperture previste dal progetto. Le coperture dei padiglioni sud-est e sud-ovest sono prolungate, rispettivamente, fino alla testata del padiglione nord-est e nord-ovest; in continuità con quelle esistenti, vengono realizzate delle vetrate al di sotto delle nuove coperture.

L’area coperta adibita alla vendita è quindi ampliata, migliorandone la fruibilità per i commercianti e per i loro clienti. Queste nuove coperture sono realizzate in struttura metallica e sono rivestite con gli stessi materiali impiegati su quelle esistenti.

Gli interventi di manutenzione padiglioni sono studiati anche per razionalizzare gli spazi con la destinazione del padiglione sud-est esclusivamente al mercato del pesce e del padiglione sud-ovest agli “alimentaristi” mediante installazione di box fissi; è prevista, inoltre, l’integrazione e razionalizzazione degli impianti idrici ed elettrici a servizio dei banchi mercatali e la realizzazione sulle coperture di un impianto fotovoltaico e di un altro per il recupero dell’acqua piovana.

Parcheggi e mobilità

Il numero dei parcheggi presenti nella piazza non subirà alcuna modifica nel numero. A seguito della richiesta delle associazioni di categoria, in particolare di Confesercenti, ai lati della piazza si è presa in esame l’eventualità di installare sbarre laterali per regolare l’accesso della autovetture alla piazza e riservare spazi a chi farà acquisti nella stessa o comunque nelle zone limitrofe alla piazza. Questa soluzione darà modo di attuare una rotazione dei veicoli consentendo di non occupare posti stabilmente.

Inoltre è allo studio l’utilizzo di un bus elettrico con fermate dedicate e posizionate più vicino alla piazza stessa. Su richiesta degli operatori, la parte centrale della piazza sarà liberata e tornerà a essere uno spazio fruibile per i cittadini, ricavando una sorta di “piazza nella piazza”.

Infine, al termine delle attività mercatali, e durante le ore diurne il padiglione nord potranno essere convertiti a posti auto garantendo circa 70 stalli.

Pavimentazioni

Interventi dedicati alla manutenzione della pavimentazione sono destinati ad aumentare il decoro e la fruibilità della piazza sia nella parte interna ai padiglioni con la manutenzione ed estensione della pavimentazione in cemento, sia in corso Cavour e vie laterali dove è previsto, a seconda delle necessità, l’impiego del porfido, dell’arenaria o del cemento.

Relativamente alle pavimentazioni interne ai padiglioni, si prevede la manutenzione degli ambiti già pavimentati in cemento e la rimozione e sostituzione con cemento delle piastrelle ancora presenti nei padiglioni nord-ovest e sud-est.

Per le pavimentazioni in pietra arenaria delle strade laterali e del corso Cavour è previsto un intervento di manutenzione straordinaria; nella parte centrale del corso Cavour si conservano i cubetti di porfido, provvedendo al ripristino degli stessi, ove necessario. Al centro della piazza, l’inserto di sanpietrini, la cui forma non è compatibile con la nuova organizzazione degli spazi aperti e coperti, è sostituito in parte dal cemento, in parte dalla pietra arenaria.

Rifiuti

Per la gestione dei rifiuti, con l’ausilio del servizio di nettezza urbana comunale e della società Iren, si sono calcolati i volumi di ciascuna tipologia di rifiuto mediamente prodotti dal mercato in un giorno; in base a questi dati, sono stati dimensionati i quattro locali rifiuti collocati nei padiglioni, e determinato il numero di cassonetti ad accesso controllato da collocare in prossimità delle testate esterne (via dei Mille e via Rosselli) dei padiglioni rispettivamente nord-est e sud-ovest. Tre locali rifiuti sono destinati a contenere, in appositi roller, le cassette di legno e di plastica, assieme ai cartoni, opportunamente schiacciati. Il locale rifiuti del padiglione sud-est è destinato esclusivamente alle cassette in polistirolo dei pescivendoli. I locali rifiuti sono realizzati con pannelli prefabbricati in poliuretano con rivestimento metallico, sono privi di soffitto e dotati di due porte: una verso l’interno dei padiglioni, per i commercianti, e una verso l’esterno, per gli operatori della nettezza urbana.

I cassonetti da collocare su via dei Mille e via Rosselli sono in totale quattro: uno per l’indifferenziato, uno per plastica e alluminio e due per i rifiuti organici.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.