In occasione del Festival Paganiniano di Genova e della Giornata Mondiale della lotta alla poliomielite i maestri Giovanni Angeleri (violino, Premio Paganini 1997) e Michele Trenti (chitarra) socio del Rotary Club Genova Golfo Paradiso, hanno suonato alcuni brani di Paganini fra le corsie, nelle sale giochi e in alcuni reparti dell’ospedale pediatrico Gaslini, accompagnati dai rappresentanti del Rotary Distretto 2032, del Rotaract Genova Golfo Paradiso e dei volontari dell’Associazione Il Porto dei Piccoli.

Ricordando la visita che Niccolò Paganini fece nel 1835 ai malati dell’Ospedale Pammatone, i maestri hanno eseguito – con il supporto della Fondazione Gaslini – brevi concerti da pochi minuti per i piccoli pazienti.

Il Rotary Connette il Mondo; questo è il motto che il presidente internazionale del Rotary ha scelto per il suo mandato e che è stato richiamato dalla breve introduzione del governatore Ines Guatelli del Distretto Rotary 2032 che riunisce i club della Liguria e quelli delle Provincie di Alessandria, Asti e Cuneo. «Il Rotary è capace di creare momenti di connessione intensa – ha affermato il governatore – di unire le persone in momenti di condivisione; questi piccoli concerti di Paganini per i bambini del Gaslini sono un esempio di service profondo e unico nel suo genere».

La data scelta per l’iniziativa è la vigilia del giorno dedicato alla battaglia che il Rotary sta portando avanti dal 1979: quella contro la poliomielite. I rotariani, insieme all’Organizzazione Mondiale della Sanità, all’Unicef, al Center of Disease Control e alla Bill & Melinda Gates Foundation in questi anni di attività hanno immunizzato oltre 2.5 miliardi di bambini contro la polio in 122 Paesi e stanno raggiungendo l’obiettivo prefissato: quello di eradicare la malattia dal nostro pianeta.

La campagna End Polio Now è stata raccontata ai piccoli pazienti e alle loro famiglie con materiale informativo e magliette celebrative.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.