Anche le piccole e medie imprese liguri potranno beneficiare delle opportunità di Made4Italy, l’iniziativa lanciata da UniCredit che mette a disposizione 5 miliardi di euro nel triennio 2019-2021 per favorire un sistema integrato turismo-agricoltura.

L’intenzione di Made4Italy è quella di promuovere progetti legati alle identità regionali tipiche e attrarre nuovi flussi turistici, favorendo lo sviluppo di un sistema che metta a fattor comune turismo e agricoltura. Non a caso, sono sempre di più i turisti italiani che hanno praticato esperienze nell’ambito del turismo enogastronomico (+48% nel 2018 rispetto al 2017, dati dell’ultimo Rapporto sul settore in Italia).

Attraverso un modello dedicato, UniCredit propone quindi una serie di azioni per promuovere un’offerta congiunta tra strutture ricettive e imprese agricole, potenziando così destinazioni turistiche, prodotti di eccellenza e trend enogastronomico. Ma anche altri asset fondamentali delle nostre regioni, come l’arte, la cultura, la sostenibilità, il patrimonio storico e paesaggistico.

Nel dettaglio, il programma prevede una serie di linee di azione strategica. A partire dai 5 miliardi di euro di nuova finanza nel triennio 2019-2021 per stimolare il “fare-rete” sui territori e per favorire un sistema integrato turismo-agricoltura. Inoltre, UniCredit mette a disposizione anche una consulenza specifica dedicata e tarata sulle esigenze di ogni singolo progetto selezionato sui territori, facendo leva su un lavoro di networking, formativo e di comunicazione.

«L’integrazione tra cibo, cultura e patrimonio paesaggistico è vincente per il futuro del turismo in Italia – sostiene Remo Taricani, co-ceo del commercial banking Italy di UniCredit – Proprio per questo UniCredit guarda con grande attenzione a questi settori: negli ultimi tre anni abbiamo erogato complessivamente circa 8 miliardi di euro per il turismo e l’agroalimentare italiano e, per il prossimo triennio, ci impegniamo a finanziare progetti per le pmi italiane che prevedono l’integrazione tra i due settori con ulteriori 5 miliardi, con l’obiettivo specifico di stimolare il fare rete sui territori per valorizzarli. La vera sfida oggi sta nel favorire lo sviluppo di un sistema integrato turismo-agricoltura, capace di creare una catena di valore tra le eccellenti risorse offerte dai due settori, innescando un circolo virtuoso per l’intero territorio».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.