Puntare sulle eccellenze imprenditoriali italiane per rendere produttivi i propri risparmi. A lanciare lo spunto sono Arca Fondi Sgr e Banca Carige che ieri, in un affollato salone di rappresentanza della sede centrale della banca, in via Cassa di Risparmio a Genova, hanno organizzato un incontro sul tema degli investimenti e del risparmio.

Argomenti che si inseriscono in un contesto finanziario particolarmente difficile, in cui a prevalere sono soprattutto tassi d’interesse su livelli storicamente tra i più bassi e obbligazioni con rendimenti negativi, che spesso spingono l’eccesso strutturale del risparmio rispetto all’investimento.

Ne hanno parlato Simone Bini Smaghi, vicedirettore generale di Arca Fondi Sgr, e Gianluca Guaitani, chief commercial officer di Carige. «Per un risparmiatore è difficile orientarsi in un panorama economico-finanziario così complesso – spiega Bini Smaghi – da qui deriva la necessità di mettere a punto una buona pianificazione, rendendosi conto che il fattore tempo è indispensabile e avvalendosi necessariamente di un consulente capace e preparato». A questo proposito, Arca Fondi e Banca Carige hanno consolidato da diversi anni una stretta partnership: «L’idea – dice Guaitani – è quella di accompagnare i nostri clienti nel risparmio gestito, affidandosi a professionisti per riuscire a investire nel modo migliore».

Il rischio per un risparmiatore privo di un’adeguata educazione finanziaria è quello di compiere scelte avventate, azzardando soluzioni di investimento, nel migliore dei casi, poco profittevoli. «Ma le buone idee per investire i propri risparmi ci sono – sostiene Bini Smaghi – Una di queste è quella di investire nell’economia reale, nelle eccellenze italiane leader nel loro segmento, che esportano e che vanno a conquistare mercati lontani, come l’Asia. Un sostegno reciproco, per l’investitore e per l’azienda, che nel momento in cui si affaccia sul mercato dei capitali, trova le risorse necessarie a finanziare la sua crescita». Una sorta di circolo virtuoso, sottolinea Guaitani: «Il risparmio diventa produttivo, grazie a un investimento, per le eccellenze del made in Italy ma anche per i clienti stessi che hanno investito».

Tra i principali settori su cui puntare Arca Fondi individua il manifatturiero: «Un segmento che conta molte realtà italiane d’eccellenza che in questi anni sono cresciute, e continuano a farlo, ritagliandosi un’importante fetta di mercato, nonostante un contesto economicamente poco favorevole».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.