Il poliambulatorio di via Canepari, l’Ospivax, il centro ustioni e l’attenzione ai pazienti cardiopatici: questi i progetti della rinnovata collaborazione tra Asl 3 e l’ospedale pediatrico Giannina Gaslini.

Visite specializzate, in particolare di auxoendocrinologia (si occupa di sviluppo e sistema endocrino), ortopedia, dermatologia e allergologia, saranno effettuate dagli specialisti dell’ospedale nel poliambulatorio, ancora in sperimentazione, di via Canepari 64r nella val Polcevera, luogo a oggi con una viabilità complessa a seguito della caduta del ponte. Le prenotazioni si potranno effettuare contattando il Contact Center del Gaslini e specificare il luogo dove si vuole effettuare la visita.

Tra i progetti della Asl 3 estesi all’Ospedale Gaslini, “Ospivax”, un ambulatorio vaccinale universale. Come già accade negli ospedali Asl3 questo progetto è rivolto sia ai pazienti/utenti e ai loro contatti, sia agli operatori sanitari afferenti alle strutture del nosocomio per garantire: una disponibilità vaccinale (offerta, counselling, pratica) per i nuovi nati nell’Istituto, anche in occasione di accertamenti o controlli di routine, la facilitazione dell’offerta vaccinale per tutti i pazienti ricoverati o che si rechino nell’ospedale (anche in regime ambulatoriale); la promozione dell’offerta vaccinale per contatti/visitatori dei pazienti e la facilitazione dell’offerta vaccinale riservata agli operatori sanitari dell’Istituto, di concerto con il  medico competente.

Due nuovi percorsi anche per quanto riguarda le ustioni gravi o intermedie per pazienti di età inferiore ai 14 anni. Gli ustionati gravi verranno trasferiti nel pronto soccorso del Gaslini e successivamente ricoverati nella Terapia intensiva neonatale e pediatrica. Per gli ustionati intermedi, la procedura prevede il passaggio nel Dea  del Gaslini e successivamente il ricovero nel reparto di Chirurgia pediatrica.

Il progetto di collaborazione, quasi decennale, dell’Asl 3 Genovese con l’Istituto Gaslini di Genova riguarda anche i pazienti cardiopatici congeniti adulti, definiti Guch (Grown up congenital heart). Nello specifico l’attività ambulatoriale verrà svolta congiuntamente da personale del dipartimento di Cardiologia dell’Asl 3 e da quello dell’unità operativa complessa di Cardiologia dell’Istituto Gaslini.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.