Giovedì 26 settembre, dalle 10 alle 12, in piazza de Ferrari a Genova, si terrà una manifestazione in occasione della Giornata europea della sicurezza stradale. L’evento è organizzato dall’Automobile Club di Genova e dal Comune di Genova – Polizia Locale – in collaborazione con Regione Liguria, Direzione Regionale Inail Liguria e Pubblica Assistenza Croce d’Oro di Sampierdarena.

L’iniziativa rientra nella campagna di sicurezza stradale Edward (A European Day Without a Road Death), promossa dalla Commissione Europea. Ha lo scopo di promuovere la cultura della sicurezza sulla strada soprattutto tra i giovani, proponendo comportamenti corretti e responsabili per garantire maggiore sicurezza per sé e per gli altri, sostituendo all’idea attrattiva della trasgressione l’orgoglio di avere atteggiamenti pertinenti, da cittadini consapevoli.

Ospiti dell’evento saranno gli studenti del liceo scientifico Leonardo da Vinci di Genova e gli alunni dell’istituto comprensivo Castelletto, che parteciperanno alle attività organizzate dagli enti promotori (uso di occhiali che simulano lo stato di alterazione alla guida dovuta all’assunzione di alcol, norme di comportamento ed educazione civica, etilometro, principali cause di incidentalità stradale, uso dei telefoni cellulari alla guida, dimostrazione delle tecniche di rianimazione e di primo intervento di soccorso).

Presso gli stand, i cittadini potranno rivolgersi per avere informazioni sull’uso corretto dei seggiolini in auto, sugli effetti dei farmaci alla guida, sui sinistri stradali di lavoro e in itinere e sottoscrivere l’impegno a rispettare le regole del Codice della Strada nell’ottica della riduzione dell’incidentalità in ambito europeo.

Alle 12 (ora del giorno in cui, nel 2018 si sono registrate il maggior numero di vittime), gli studenti del da Vinci metteranno in scena un flashmob, per ricordare che ogni giorno in Italia nove persone muoiono sulle strade.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.