Controlli sui container: dall’accordo Spediporto-EWS Group nasce Port Quarantine Service

Controlli sui container: dall’accordo Spediporto-EWS Group nasce Port Quarantine Service

Spediporto ha siglato oggi un accordo con la multinazionale olandese EWS Group (Eco World Solutions) da cui è nata Port Quarantine Service srl. 

Dall’esigenza di intervenire nel segmento dei controlli ai contenitori, garantendo il massimo della qualità, della tecnologia e della professionalità, è nata l’idea di individuare un partner europeo leader nel settore, come EWS Group, per offrire ai clienti migliori servizi e la più alta professionalità per evitare di incappare in costi esorbitanti e servizi deficitari.

EWS Group è una moderna multinazionale con uffici in Olanda (dove ha il suo headquarter), Belgio, Francia, Spagna, Germania, Austria, Danimarca, UK, Asia e ora Italia. Con oltre 500 dipendenti e le più alte certificazioni internazionali sulla qualità ed affidabilità dei suoi controlli, conta su una tecnologia fatta di strumentazione tecnica all’avanguardia e di applicazioni software di ultima generazione, per rendere tracciabile e certificata ogni attività.

«Volevamo la qualità e l’eccellenza dei porti nordici, per intenderci quella che si vede a Rotterdam, Amburgo e Anversa, per proporla ai nostri associati e, con loro al Porto di Genova – commenta Giampaolo Botta, dg Spediporto – gli operatori genovesi devono poter avere a disposizione la stessa tecnologia e qualità degli operatori del North Range. Dopo la nostra importante esperienza nel settore dei servizi con Consorzio VGM e Spediservices srl (che sarà di fatto il partner societario di EWS) vogliamo creare qualità per sostenere i nostri associati nelle sfide di mercato. Partiremo nei prossimi mesi con i servizi di fumigazione e di trattamento termico dei contenitori, per contrastare la cimice asiatica, ma non ci fermeremo qui: abbiamo nel mirino molte attività da proporre, o perché inesistenti in Italia, o perché offerte in un regime di monopolio e dunque molto scadenti e care. PQS deve diventare un patrimonio di tutti gli spedizionieri e operatori, i suoi servizi devono accrescere la qualità imprenditoriale del nostro settore».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here