L’Associazione Suq è preoccupata per la prossima edizione del Festival che comprende laboratori, spettacoli e un bazar multietnico unico nel suo genere, alla luce della cancellazione del bando MigrArti del Mibac che la Compagnia Suq aveva vinto nel 2017 e nel 2018.

Anche per questo motivo, per la prima volta, il Suq partecipa al Mercatino di San Nicola, la manifestazione giunta alla 30° edizione e nata all’insegna della solidarietà e della promozione delle tradizioni artigianali e culturali.

Sabato 15 e domenica 16 dicembre, dalle 10 alle 20, il Suq sarà presente in piazza Sarzano a Genova con la vendita di gadget e prodotti artigianali e per promuovere la campagna “Diventa socio Suq 2019“.

I promotori intendono così rendere partecipe la città dei risultati della ventesima edizione 20° Suq Festival, consultabili sul sito nel Report 2018, ma anche per cercare di affrontare il futuro con meno preoccupazione, per le progressive riduzioni dei contributi da parte degli enti locali, che coprono solo il 5% del budget del Festival.

«Abbiamo creduto da subito nella cultura e nel teatro con forte impronta sociale – afferma Carla Peirolero, direttrice del Suq – che incida sui bisogni dei cittadini, per conoscere l’Altro, favorire l’integrazione, contro le derive di violenza e discriminazione, e per questo in 20 anni abbiamo raccolto riconoscimenti nazionali ed europei, sempre più anche a livello di critica teatrale, mantenendo la gratuità, prezzi calmierati e biglietti sospesi per il teatro. Il nostro è un pubblico ampio, 70.000 le presenze nel 2018, intergenerazionale e multiculturale, che, secondo un sondaggio commissionato dal Porto Antico spa, riconosce il Suq festival come un’istituzione e un appuntamento irrinunciabile».

Peirolero chiede aiuto alla cittadinanza: «Dover chiudere un’impresa culturale che funziona e che crea lavoro e indotto sarebbe come far morire una pianta rigogliosa. Essere in tanti e motivati in questo momento può darci un contributo vitale per continuare a resistere».

Con un contributo annuale a partire da 10 euro, la Tessera Socio Suq dà diritto a tante agevolazioni e riduzioni anche per i prossimi spettacoli teatrali. Oltre al Mercatino di San Nicola nel weekend, la tessera si può acquistare sempre anche online qui.

Sostenere il Suq è inoltre possibile diventando mecenati con erogazioni liberali: grazie all’Art Bonus, di cui il Suq beneficia perché accreditato dal ministero per i Beni e le Attività Culturali, si può scaricare il 65% della somma versata all’Associazione attraverso il credito d’imposta.

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.