Pressing della Bce su Banca Carige: la Banca centrale europea vuole che venga portato a termine l’aumento di capitale da 400 milioni, bocciato nel corso dell’ultima assemblea degli azionisti del 22 dicembre).

Ramon Quintana, direttore generale divisione di vigilanza della Bce, ha incontrato ieri a Francoforte il presidente della banca genovese Pietro Modiano e l’amministratore delegato Fabio Innocenzi. Si è svolto anche un incontro con i responsabili della holding della famiglia Malacalza, primo azionista dell’istituto ligure con il 27,5% del capitale, la cui astensione dal voto in assemblea è risultata determinante.

 

 

 

 

Carige: vertice a Bruxelles, tonfo in Borsa

Secondo quanto scrive Market Insight, al centro del confronto con Quintana sarebbe stato proprio il mancato raggiungimento del quorum per il via libera all’aumento di capitale, destinato a sostenere i coefficienti patrimoniali della banca. La vigilanza europea ha ribadito la necessità della ricapitalizzazione: la Bce vuole che l’aumento di capitale di Carige si faccia e che l’operazione avvenga il prima possibile

Ieri, primo giorno di negoziazioni in Borsa dopo l’assemblea straordinaria, il titolo della banca genovese ha ceduto il 18% a 0,0013 euro, con diverse sospensioni per eccesso di ribasso. Oggi Carige ha aperto in forte rialzo a +7%, per poi portarsi sul +15%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.