Dopo il blocco dei lavori, a causa del contenzioso tra Anas e Toto Costruzioni su alcune varianti progettuali che si è concluso poi con la rescissione del contratto, Anas ha approvato il progetto esecutivo del primo stralcio funzionale del terzo lotto dell’Aurelia Bis.

L’intervento parte dello svincolo di Via del Forno, sovrappassa con un viadotto di 120 metri la valle del torrente Dorgia, fiancheggia l’ospedale civile, aggira il borgo di Felettino piegando a nord con la galleria naturale “Pellizzarda” di 927 metri, continua lungo il viadotto “Buonviaggio” di 250 metri in corrispondenza dell’omonimo svincolo e termina con la galleria naturale “Felettino I” che è esclusa dall’intervento. L’impegno economico è di 57.236.446,46 euro.

«Riparte finalmente un cantiere strategico, rispettando i tempi rispetto ai quali il governo si era impegnato quest’estate a seguito dell’interrogazione che ho posto in commissione Ambiente e territorio della Camera dei Deputati – commenta il deputato spezzino di Forza Italia Manuela Gagliardi – un’opera fondamentale per il territorio spezzino e non solo. Sono molto soddisfatta per la concretezza delle soluzioni individuate e per la collaborazione sviluppata in questi mesi tra Montecitorio, governo e vertici Anas, che hanno collaborato per accogliere in tempi ragionevoli la richiesta del territorio della Regione Liguria di riprendere i lavori dividendo la progettazione esecutiva in stralci funzionali».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.