Chiudono la settimana in calo le principali Borse europee, penalizzate dai tecnologici,  che hanno risentito del cattivo andamento del settore in Usa e dai finanziari, frenati  dalle dichiarazioni di Mario Draghi. Il presidente della Bce ha confermato la forward guidance con la fine del Qe a dicembre e il rialzo dei tassi di interesse previsto per il 2019, aprendo però uno spiraglio verso un prolungamento della politica dei tassi zero nel caso «le condizioni di liquidità dovessero inasprirsi o se si verificasse un deterioramento delle prospettive di inflazione».

Il Cac 40 di Parigi segna -0,17%, il Dax di Francoforte -0,11%, Madrid, il Ftse 100 di Londra -0,1% circa. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All-Share a 20.752,08 punti (-0,15%) e Ftse Mib a 18.878,31 punti (-0,14%)

Lo spread BTp/Bund chiude in moderata contrazione rispetto a ieri ma sui massimi di seduta. Il differenziale di rendimento tra il decennale benchmark italiano (Isin IT0005340929) e il pari scadenza tedesco ha terminato la settimana a 312 punti base, dai 314 punti della chiusura di ieri. In frazionale calo anche il rendimento dei titoli decennali italiani, al 3,49% dal 3,50% di ieri.

A Piazza Affari i bancari hanno risentito oltre che delle prospettive di rialzo dei tassi anche del perdurare del confronto tra Commissione Ue e Governo di Roma sui conti italiani e della conseguente tensione sullo spread, rimasto a 312 pb. Tra i quattro maggiori ribassi del listino principale troviamo Ubi Banca -2,59%, Bper Banca -1,81%, Intesa Sanpaolo (-1,76%). Fuori del Mib ancora in grave perdita Carige (-10,53%), in scia alle incognite sull’aumento di capitale. Rimbalza Astaldi (+39,95%) dopo la notizia dell’offerta di Salini Impregilo.

In rialzo il petrolio con Wti a gennaio +1% e Brent +1,1%.

Sul fronte dei cambi, l’euro sale a 1,1401 dollari (1,1309 ieri), continua il recupero della sterlina a 1,284 dollari, mentre permangono le incertezze sulla stabilità della leadership di Theresa May.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.