Rapallo è la prima stazione GreenHub della rete ferroviaria nazionale. Un nuovo concept che unisce sostenibilità ambientale, efficienza energetica, tecnologia innovativa e nuovi servizi per le persone.

Il progetto, realizzato da FS Italiane, in collaborazione con Sirti e Verde21, prevede la sperimentazione, in stazione, dell’installazione multi sorgente Dynamo. L’innovativa struttura offre alle persone nuovi servizi di ricarica per devices, utilizzando energia prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili. Greenhub punta a rendere le stazioni del futuro un unico spazio green caratterizzato dall’uso di materiali riciclati e riciclabili.

Dynamo (realizzata in legno, alluminio e acciaio) fonde i prodotti tecnologici di otto startup italiane. Verde21, la new company che ha ideato l’impianto innovativo, accumula ed eroga l’energia rinnovabile raccolta da pannelli fotovoltaici tradizionali e dagli speciali pannelli fotovoltaici trasparenti prodotti dalla neoimpresa Glass To Power. Per l’accumulo di ulteriore energia elettrica, adottando la stessa tecnologia in diverse declinazioni, la zona è lastricata con pannelli fotovoltaici calpestabili realizzati dalla startup Platio. L’aria è monitorata e purificata in tempo reale con la tecnologia delle startup Sense Square e U-Earth. I viaggiatori hanno a disposizione panchine con prese integrate per la ricarica di tablet e smartphone realizzate dalla startup Verde21 e dalla startup Steora. Inoltre la neoimpresa Trampoline ha installato un access point con la predisposizione per la connettività Wi-Fi. Infine la startup Blimp raccoglie informazioni e dati sull’utilizzo del prototipo.

«Ringraziamo Ferrovie dello Stato e Sirti per aver portato in città esempi di come poter vivere meglio negli ambienti pubblici e non solo – ha dichiarato il sindaco Carlo Bagnasco − GreenHub si inserisce perfettamente nella visione ecosostenibile dell’amministrazione che ha attuato diverse politiche volte a ridurre i consumi e l’inquinamento. Le scelte adottate mirano infatti allo sviluppo di una città smart, moderna e tecnologicamente avanzata. Il rinnovo dell’intero impianto di illuminazione pubblica, con l’utilizzo di tecnologia led e sistemi di gestione remota, contribuisce a limitare l’inquinamento luminoso e la spesa pubblica per l’energia elettrica».

«Il progetto GreenHub – ha detto Franco Stivali, Innovazione e Sistemi Informativi di
FS Italiane – è una conferma della capacità del Gruppo FS Italiane di produrre innovazione e, al contempo, dell’importantissimo ruolo che le stazioni ferroviarie possono svolgere nello sviluppo sostenibile dei nodi urbani. Il progetto ha alimentato attività di co-design tra le aziende partecipanti, facendo nascere, nell’ambito dei tre mesi di lavoro, un concept tecnologico completamente nuovo. La collaborazione con Sirti e Verde21 ha portato non solo alla validazione teorica del concept, ma anche a una prima realizzazione pienamente funzionante e a oggi disponibile al pubblico presso la stazione di Rapallo».

«Il progetto Green Hub è nato grazie al programma Open Italy di Elis che ha permesso una
sinergia importante tra FS Italiane, Sirti e la startup Verde 21 – ha commentato Roberto
Loiola, ad di Sirti – Abbiamo contribuito mettendo a fattor comune il nostro know how, le competenze di system integrator, l’attenzione alla progettualità e al design innovativo, in coerenza con il nostro primario obiettivo di essere innovatori e player di riferimento per progetti complessi ad alto contenuto tecnologico. La stazione GreenHub di Rapallo rappresenta un esempio tangibile della nostra volontà di fare innovazione in modo sostenibile con impatti positivi per l’ambiente, l’economia e per il sociale».

Questo metodo integrato consente di sviluppare un nuovo concept tecnologico,
generando sinergie tra grandi e piccole società. L’innovativo progetto tecnologico
GreenHub, a cui sta lavorando il Gruppo FS Italiane, attraverso le società Rete
Ferroviaria Italiana e Italferr, in collaborazione con Sirti, nell’ambito di Open Italy 2018
del Consorzio Elis, è un programma che ha l’obiettivo di coniugare le esigenze di
innovazione delle grandi aziende con la necessità di crescita delle startup innovative
come Verde21.

«Dynamo è una macchina caratterizzata dal design tipicamente italiano che produce e accumula energia da fonti rinnovabili – ha detto Amerigo Della Pina, founder e ceo di Verde21 – e che, proprio grazie al percorso di open innovation, si è evoluta in una perfetta piattaforma multifunzione a impatto zero, utile a migliorare la user experience delle persone».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.