Consegnato oggi al Comune di Genova e contestualmente aperto al pubblico un nuovo parcheggio di interscambio ferro/gomma a Campasso.

L’area, inaugurata oggi da Marco Bucci, sindaco di Genova, e Daniele Mari, direttore Territoriale Produzione Genova di Rfi, è frutto di accordi tra la Città di Genova e Rfi e rientra nel Piano di interventi messi in atto dal Gruppo Fs Italiane dal 14 agosto per ridurre il traffico privato nella città di Genova.

Il parcheggio, gestito dal Comune di Genova, è stato realizzato da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs Italiane) su un’area di 2.500 metri quadrati, offre 86 posti auto ed è situato in via della Pietra, a pochi passi dalla fermata Brin della metropolitana e dell’autobus.

È la prima delle aree ferroviarie che Rfi e Fs Sistemi Urbani (Gruppo Fs Italiane), su richiesta del Comune di Genova, mettono a disposizione per incentivare lo scambio tra diverse modalità di trasporto e l’integrazione tra il mezzo privato, la rete ferroviaria e i sistemi di mobilità urbana. Gli accordi prevedono la cessione temporanea di aree nei pressi delle stazioni ferroviarie che il Comune adeguerà a uso parcheggio con, in particolare, nuovi stalli a Genova Voltri, Pegli, Quinto e Pontedecimo.

«Ringrazio il Gruppo FS Italiane per aver agevolato la realizzazione di un parcheggio di interscambio – dichiara Bucci – che per la val Polcevera diventa fondamentale in questa situazione di emergenza. La possibilità di parcheggiare l’auto a pochi metri dal capolinea della metropolitana di Brin aiuterà gli spostamenti di molti residenti dei quartieri e dei Comuni dell’alta valle. Un altro passo avanti per il ritorno ad una situazione di normalità compatibilmente con le difficoltà che stiamo affrontando».

«La viabilità è uno dei nodi più rilevanti che ci siamo trovati ad affrontare dopo la tragedia di Ponte Morandi – spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – La disponibilità di un’area di sosta ampia in una zona strategica come quella di Brin, servita dalla metropolitana, è un tassello fondamentale della più vasta strategia di alleggerimento del traffico, di cui fanno parte le modifiche alla viabilità e la realizzazione, a tempo di record, della strada della Superba».

«Il Gruppo FS Italiane è vicino ai genovesi fin dalle prime ore dopo il crollo del ponte autostradale Morandi – sottolinea Mari – Dopo aver ripristinato due delle tre linee interrotte a seguito del crollo, continuiamo a garantire il supporto alle Istituzioni locali e nazionali mettendo in atto tutte le attività necessarie per favorire la mobilità collettiva da e per la città di Genova».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.