Sì unanime del Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale al piano di efficientamento della Compagnia Unica dei Lavoratori del Porto di Genova e all’assegnazione delle aree della Nuova Darsena in concessione alla società “I Saloni Nautici” e alla Amico &Co che si spartiranno gli spazi a terra e a mare. Il board ha dato anche parere positivo sulla concessione alla Polipodio srl e alla Nuovo Borgo Container Terminal.

Il Piano di sviluppo ed efficientamento della Culmv si articola in una serie di misure volte a garantire principalmente minori costi di struttura, miglioramento del sistema di chiamate presso i singoli terminal per aumentare il numero delle giornate lavorate da parte di tutti i soci diminuendo il costo di lavoro interinale, maggiore responsabilizzazione dei soci con pagamento delle penali per comportamenti non conformi alla normativa.

A ciò si aggiungono misure di sostegno al lavoro previste della legge la Stabilità 2018, volte a finanziare la formazione dei lavoratori, favorire il pensionamento anticipato dei soci inabili o la loro ricollocazione e misure di risanamento patrimoniale per mettere in sicurezza la Compagnia Unica. A tutela dell’intervento finanziario che l’Adsp farà per la Culmv sono previsti alcuni strumenti di governance: uno di questi sarà l’introduzione di un direttore finanziario che sarà anche responsabile del controllo di gestione, nominato d’intesa tra Autorità di Sistema portuale e Compagnia. È stata introdotta inoltre una clausola di risoluzione espressa nel caso in cui la Culmv non ottemperi al Piano di Sviluppo ed Efficientamento.

La delibera concessoria riguardante la Nuova Darsena consente di valorizzare il compendio non solo durante il periodo del Salone Nautico ma nell’arco dell’intero anno affidando a due società, I Saloni Nautici e Amico & Co., le aree in concessione, con la divisione degli spazi sia a terra sia a mare, consentendo la convivenza della manifestazione fieristica internazionale con le attività industriali. Nel comparto Nuova Darsena continuerà a operare la società I Saloni Nautici cui spetterà circa il 40% delle attuali aree, in concessione quadriennale, e per le riparazioni navali sarà operativa la Amico & Co, con concessione ventennale, le cui attività occuperanno il rimanente 60% degli spazi. Gli investimenti complessivi previsti ammontano a circa 6,5 milioni di euro.

Per dare garanzie sull’organizzazione del Salone Nautico, nella delibera si fa esplicito richiamo all’impegno da parte della Amico&Co a liberare le aree a terra e a mare 30 giorni prima rispetto all’inizio del Salone e complessivamente per 50 giorni.

1 COMMENTO

  1. Rilancio e riqualificazione?
    Come può coesistere la riqualificazione, il blue print, il nuovo piazzale Kennedy se la cantieristica si espande a levante invece che a ponente ?
    E il diporto ? 40% dello spazio ? 60% dei posti barca in meno ?
    E al salone spostare per 50 gg navi da 60 e 90 mt ?
    La cosa che mi stupisce di più è unanimità…..
    Speravo vivamente in una politica diversa…trasparente e comprensibile….

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.