Apertura in positivo per la Borsa di Milano, il Ftse Mib ha avviato le contrattazioni in rialzo dello 0,21% a 21.753 punti. Dura poco però, l’indice principale è trascinato in territorio negativo dalle vendite: in calo Fca (-1,61%) e Saipem (-1,42%) a guidare i rialzi c’è Banco Bpm (+1,22%).

Anche le Borse europee hanno cominciato in rialzo: gli investitori sono ottimisti in vista dei verbali della Bce. Francoforte +0,38%, Parigi +0,29%, Londra +0,25% e Madrid +0,42%.

Le Borse asiatiche hanno chiuso in rialzo, scommettendo sul dialogo tra Cina e Stati Uniti sulla vicenda dei dazi.
Tokyo ha chiuso a +1,1% grazie alla svalutazione della divisa nipponica sul dollaro.

Sul fronte macroeconomico, si attendono oggi i verbali della Bce e i dati dell’inflazione a giugno di Germania, Francia e Stati Uniti e la produzione industriale nell’eurozona.

Quotazioni del petrolio in rialzo dopo i cali recenti con la riapertura dei terminal libici: il Wti aumenta di 45 centesimi a 70,7 dollari al barile. In rialzo di 1,66 dollari il Brent a 74,62 dollari al barile.

Nei cambi quotazioni dell’euro in lieve recupero dopo la fiammata della valuta americana con la moneta unica che passava di mano a 1,1676 ieri sera in chiusura di giornata. Alle prime battute l’euro recupera 8 centesimi a 1,1682 nei confronti del dollaro e sale anche nei confronti dello yen che passa di mano a 131,12

Lo spread tra Btp e Bund si allarga: il differenziale segna 239,5 punti. Il rendimento del titolo decennale italiano è pari al 2,70%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.