Un accordo preliminare di cooperazione con la città cinese di Nanning, destinato a sfociare in un futuro gemellaggio con La Spezia. A firmarlo è stato il sindaco spezzino Pierluigi Peracchini durante la visita istituzionale compiuta in Cina dal 7 al 15 giugno scorso insieme all’assessore al Turismo, Cultura e Promozione della Città, Paolo Asti.

I contenuti dell’intesa sono stati illustrati questa mattina a Palazzo Civico, durante la quale Peracchini e Asti hanno tracciato anche un bilancio della missione, effettuata in seguito all’invito (oltreché di Nanning) della città di Zhuhai, di cui sono stati ospiti. Con Zhuhai esisteva già un accordo di cooperazione, ma è la prima volta che l’amministrazione comunale vi si reca in visita. A Zhuhai, inoltre, si è tenuto un incontro con altre dodici delegazioni provenienti da tutto il mondo, da Israele al Canada, dalla Svezia al Giappone. Un’occasione che ha dato la possibilità non solo di parlare della Spezia in Cina, ma di farla conoscere, presentandola, a tutto il mondo.

Ad accompagnare il sindaco e l’assessore nel loro viaggio come interprete c’era anche Giovanni Zhou Wanli, che riveste anche la carica di vicepresidente della Camera di Commercio Generale Cinese e presidente dell’Associazione Italo Cinese di Arte e Cultura “Puccini”.

L’accordo, siglato in una “Lettera d’intenti” datata 8 giugno 2018, contiene l’impegno reciproco a promuovere contatti amichevoli tra La Spezia e Nanning, a realizzare scambi e cooperazione nei settori quali cultura, turismo, commercio, istruzione, sport, industria e agricoltura, scambi tra giovani, con l’obiettivo di promuovere la prosperità e lo sviluppo delle due città. Inoltre, per mantenere e rafforzare le relazioni di amicizia tra i rispettivi abitanti, gli amministratori hanno sottoscritto l’impegno a compiere visite e incontri che verteranno sulle questioni inerenti alla loro cooperazione.

L’accordo rappresenta un’importante opportunità di sodalizio con quella che viene classificata tra le prime dieci città cinesi in ambito turistico: capitale della regione autonoma del Guangxi, nel sud del Paese, Nanning è un attivo polo commerciale e industriale, conta circa due milioni e mezzo di abitanti ed è destinata a espandersi ulteriormente nel giro dei prossimi cinque anni. Pur essendo una metropoli, possiede caratteristiche morfologiche e geografiche simili alla nostra città.

La visita di Peracchini a Nanning ha destato grande interesse fra i media locali: la notizia dell’accordo di cooperazione siglato con La Spezia è stata rilanciata dai telegiornali locali e ripresa dai quotidiani cittadini, raggiungendo in questo modo milioni di spettatori e lettori. Una visibilità grandissima e un ottimo spot di promozione turistica.

Un’altra importante tappa del tour è stata la visita alla Guangxi Arts University, una scuola d’arte fondata nel 1938 e composta da due campus, che si estende per una superficie di 107.400 metri quadrati. Il sindaco e l’assessore hanno potuto apprezzare i campus dove gli studenti svolgono le loro attività didattiche e hanno donato al direttore della scuola alcune pubblicazioni edite dai musei cittadini.

Il successo della visita ha suscitato l’idea di attivare scambi culturali tra giovani cinesi e spezzini finalizzati allo svolgimento di eventi. In particolare, l’obiettivo è quello di poter avviare una collaborazione in occasione del prossimo Festival Internazionale del Jazz della Spezia per dare all’edizione 2019 un respiro sempre più internazionale, dopo il riscontro ottenuto quest’anno con l’America.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.