Dura poco l’avvio in lieve rialzo per la Borsa di Milano: dopo un’apertura a +0,06%, il Ftse Mib entra in territorio negativo frenato da Fca (-2,15%), che registra prese di beneficio dopo il balzo di oltre il 7% della vigilia sulla scia delle vendite negli Usa. Segno meno anche per Moncler (-1,86%) ed Exor (-1,55%). Rialzi per Mediaset (+1,72%), sulla scia dell’accordo con Sky per l’utilizzo di Premium, e Recordati (+1,59%).

Apertura poco variata per le principali borse europee. Parigi guadagna lo 0,07% a 5.155 punti, Francoforte perde lo 0,02% a 12.000 punti mentre Londra è invariata 7.030 punti.

Nei mercati asiatici positiva Tokyo, che ha chiuso a +0,13%, in ordine sparso le altre.

Si attendono i dati della disoccupazione nell’Ue, mentre dagli Usa sono in arrivo le richieste di mutui, gli indici Markit sulla fiducia dei manager nel settore dei servizi, gli ordini di fabbrica e di beni durevoli.

Il petrolio è in calo a 63,29 dollari per il barile Wti e a 67,87 dollari per il Brent.

Nei cambi l’euro è poco mosso in avvio degli scambi in Europa a 1,2271 dollari e a 130,85 contro lo yen.

Lo spread tra Btp e Bund apre stabile a 129,4 punti con un rendimento all’1,79%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.