La Protezione civile regionale ha diffuso l’aggiornamento dell’allerta meteo per neve in Liguria. Oggi, venerdì 2 marzo, nella zona A (Comuni interni), allerta gialla fino alle 15. Nelle zone B, D ed E allerta arancione fino alle 15, poi gialla fino alle 18. Nella zona C (Comuni interni), allerta gialla fino alle 15. 

Domani, sabato 3 marzo, dalle 6 alle 15 nella zona B (Comuni interni) allerta gialla, nelle zone D ed E allerta arancione. 

La cartina dell’allerta neve in Liguria

La situazione

L’uscita dalla settimana più fredda dal febbraio 2012 sta avvenendo con il transito della saccatura sull’Italia e sotto la spinta di altri due impulsi perturbati, che porteranno ancora precipitazioni sulla Liguria da domani mattina fino al primo pomeriggio e fra la seconda parte di domenica e lunedì.

Oggi il cambio di regime dei venti determinerà un graduale aumento delle temperature, vincendo con il passare delle ore le sacche di freddo sulle coste della regione e confinando il rischio di gelate diffuse solo nell’entroterra; mentre le prime schiarite si affacceranno a partire dall’imperiese, nel pomeriggio cesseranno ovunque le precipitazioni. Mareggiata serale/notturna lungo le coste di C.

Domani, a partire dalla prima mattinata, un nuovo fronte freddo attraverserà la nostra regione da ponente verso levante, favorendo il passaggio di aria fredda dalla pianura padana con raffiche di burrasca e causando un nuovo calo termico che trasformerà ancora le precipitazioni in neve nelle zone interne. Sarà un passaggio umido e rapido, che nel giro di poche ore potrà far cadere, localmente e nelle zone interne, fino a una decina di centimetri.

Nella notte appena trascorsa il ghiaccio ha interessato buona parte del territorio regionale, in combinazione con le raffiche di vento (alle 18.00 al Porto Antico di Genova toccati i 120 km/h) e la neve, caduta fino a 20 centimetri anche sui tratti appenninici della A7 e della A 26. Il gelicidio si è manifestato sulle zone collinari genovesi, e a macchia di leopardo nell’entroterra del centro-levante regionale, mentre la neve è scesa più sul centro-ponente, accompagnata con il passare delle ore da una pioggia ghiacciata.

La temperatura più bassa è stata misurata sul Monte Settepani (Sv) con -9.1, seguita da Alpe Vobbia (Ge) -7.1, Piampaludo (Sv) -7.1, Monte Pennello (Ge) -6.8, valori più “caldi” di qualche grado rispetto alle nottate precedenti. In costa i capoluoghi sono scesi a questi valori: Im 4.3, Sv -0.5, Ge 0.4, Sp 1.7.

Le previsioni

Oggi precipitazioni diffuse a carattere nevoso di intensità fino a moderata sulle zone interne e debole sulla costa di B. Ancora possibili fenomeni di gelicidio nelle vallate interne e sulla costa di B. Precipitazioni in graduale esaurimento dal primo pomeriggio, possibili gelate diffuse in serata. Vento forte dai quadranti settentrionali su B. Disagio freddo fino a moderato su A, B, C, D ed E. Moto ondoso in aumento la sera su tutte le coste per onda da Sud-Ovest con mareggiata su C e localmente su parte orientale di B.

Domani, sabato 3 marzo: dal mattino precipitazioni diffuse a carattere nevoso di intensità moderata su DE e debole su interno di B. Piogge diffuse su A e C e costa di B con quantitativi significativi su B e C. Fenomeni in attenuazione nel corso del pomeriggio. Dalla mattinata ingresso di venti forti da Nord, di burrasca sui crinali e sulle coste di B. Disagio per freddo su B, D ed E. Mareggiata in scaduta dalle prime ore del mattino su C, molto mosso altrove.

Domenica 4 marzo: dal pomeriggio nuovo peggioramento a partire da Ponente con piogge diffuse e rinforzo della ventilazione.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.